Evento: Dedalo Games

Dai nostri amici della Dedalo Corp. Interstellar ecco un’altra interessante iniziativa nell’universo Elite Dangerous!

Noi vi riportiamo il loro comunicato e il regolamento di questo evento in stile “giochi senza frontiere”, nella speranza che partecipiate numerosi per dare manforte alla comunità italiana di questo splendido gioco… anche se chiamarlo gioco è alquanto riduttivo!

UDITE UDITE! Salve comandanti, siamo lieti di annunciare i primi “Dedalo Games”, dei giochi senza frontiere che dureranno due mesi di sfide, gare e divertimenti con un ricco montepremi di 100 MILIONI di crediti per gli atleti più valorosi! Le iscrizioni apriranno Lunedi 16 Gennaio e si avrà un mese di tempo per confermare la propria partecipazione, abbiamo creato un server discord ad-hoc dedicato all’evento che vi invito a raggiungere per avere ulteriori info o confermare la vostra presenza, conoscere le tipologie di gare che abbiamo pensato e conoscere il calendario degli eventi:

https://discord.gg/gHtwdAx

Possono partecipare tutti i cmdrs italiani e non solo gli iscritti alla Dedalo, comprese altre community o giocatori solitari, se avete amici invitateli! (tuttavia essendo organizzato da noi rimane in vigore il nostro regolamento)

Ogni gara sarà trasmessa in live streaming per permettere a tutti, anche a chi non potrà partecipare direttamente, di seguire l’evento e fare il tifo, ma sopratutto qualche risata

Noi Spacejokers vi terremo informati volta per volta degli sviluppi dei relativi eventi correlati

Intanto ecco il regolamento completo ricevuto al momento (potrebbero esserci delle modifiche):

VADEMECUM
Questo è il vademecum generale che vi aiuterà a partecipare ai Giochi e ne renderà agevole lo svolgimento. I Giochi sono stati creati per puro divertimento e spirito di compagnia, ma i 100 milioni di montepremi non fanno male a nessuno. Un po’ di cose, quindi cominciamo, perché siamo qui per divertirci.
RUOLI
Gestione snella e pochi ruoli. I Giudici e i membri dello Staff saranno le persone di riferimento che ritroverete ovviamente sul campo di gara e di cui dovrete seguire le indicazioni. Per il resto in questo server verranno assegnati principalmente due ruoli: Concorrente e Ospite.
I concorrenti avranno accesso e la possibilità di comunicare con Staff e Giudici alla maggior parte dei canali testuali e vocali, mentre gli ospiti saranno liberi di leggere i messaggi, le classifiche, etc, ma potranno inviare messaggi solo al bar e avranno accesso al solo canale vocale Bar e la canale Diretta..
DURATA DEI GIOCHI
Ufficialmente i Giochi cominceranno alle 19:15 del 23 Febbraio 2017, anche se è prevista la pratica il marte:dì precedente, e chiuderanno con l’ultima gara che partirà alle 21.15 del 27 Aprile 2017.
Agli “Ospiti” sarà consentito l’accesso solo durante il periodo ufficiale.
EVENTI
Per ogni evento sono previste tre fasi: la pratica, il briefing pre gara e la gara vera e propria.
I dettagli di gara e i vari rooster di partenza saranno resi pubblici entro le 12:00 del giorno precedente alla gara nel canale testuale di gara.
Pratica
Per ogni gara è prevista una pratica che si svolgerà due giorni prima dell’evento vero e proprio, quindi il martedì. La comunicazione dei dettagli riguardanti la pratica verrà fatta ogni sabato mattina precedente, quindi se la prima gara è il 23.02, il 21.02 ci sarà la pratica e il  18.02 verranno forniti i dettagli della pratica, in modo tale da dare il tempo a tutti di organizzarsi o comunicare eventuali imprevisti allo Staff.
La pratica si farà sempre due giorni prima della gara per dare il tempo a tutti di provare ed essere quantomeno pronti per la gara del giovedì.
Briefing
Prima di ogni gara è previsto un briefing per l’appello dei concorrenti e le ultime indicazioni. Il primo briefing sarà dalle 19:00 alle 19:15, mentre il secondo dalle 21:00 alle 21:15.
Considerato che finito il briefing ha inizio la gara, non sono previsti possibili ritardi e gli orari sono improrogabili.
Gare
Per dare la possibilità alla maggior parte delle persone di partecipare, conoscendo le istanze di elite e la connessione italiana, si è deciso di creare due turni per le gare.
Il primo partirà dalle 19:15 e finirà alle 21:00, mentre il secondo inizierà alle 21:15 e andrà avanti ad oltranza.
Nel momento in cui verranno comunicati i dettagli della pratica verrà pubblicato anche un foglio excel molto semplice in cui mettere la vostra preferenza.
Rooster di partenza
Per le gare in singolo o di coppia che ne avranno bisogno, ad esempio Bullseye o Aquila Stop n’ Motion, verranno forniti i rooster di partenza e gli eventuali private group in cui entrare in modo tale da potersi organizzare e non ammassarsi al via.
Calendario
Nel calendario, che trovate nell’apposito canale, troverete giorno per giorno cosa succederà dall’inizio alla fine dei giochi.
Obblighi per i concorrenti
*In ogni canale testuale delle gare troverete le schede sugli eventi, in cui saranno contenuti i vari obblighi da rispettare e le possibilità che avrete durante le competizioni. Il non rispetto di un obbligo produrrà la squalifica immediata dalla prova e l’assegnazione del punteggio massimo. Se si tratta di un evento con più prove, potete andare a mettervi in regola per la prossima vostra partenza (Ad. esempio Aquila Stop n’ Motion: vi presentate alla prima partenza con un modulo che non dovreste avere a bordo, siete qualificati per la prima prova, ma potete andare alla stazione a toglierlo e presentarvi in regola per la seconda)
*La puntualità è sempre la cosa migliore.
Creazione e Comunicazione delle Coppie
Per gli eventi Ariete del Divino, Radila… al suolo, Doppia coppia e Suicide Squad  la formazione delle squadre è libera. Ogni giocatore potrà scegliere il proprio compagno, ovviamente all’interno della lista dei partecipanti ai giochi. Vi siete trovati bene? Non avete problemi di orari? Tenetevelo, altrimenti cercate qualcun altro perché la scelta andrà fatta per ogni evento. In poche parole potete cambiare squadra ogni volta che volete, fino a che non avrete comunicato l’accoppiamento agli organizzatori. Da quel momento alla squadra verrà assegnato un nome ed un orario di partenza e non sarà più possibile cambiarla.
Gli accoppiamenti dovranno essere comunicati entro le 18:00 del venerdì precedente nel canale testuale della relativa prova, per dare modo agli organizzatori di allegare la lista delle squadre ai dettagli dell’evento che usciranno il sabato mattina.
Tutti i Concorrenti che non avranno comunicato accoppiamenti entro le 18:00 del venerdì saranno messi in squadre create dai Giudici il più possibile a random.
OPEN PLAY & PRIVATE GROUP
Conoscendo le istanze di Elite proveremo a fare la maggior parte delle gare in Open, ma se questo risultasse impossibile sarà necessario suddividere Giudici, Staff e Concorrenti in varie posizioni. A tal proposito i Concorrenti dovranno fare richiesta di amicizia in-game ai Giudici “Still Krisi” e “Tom Stardust Kane” e ai relativi Private Group.
PUNTEGGIO
Il punteggio sarà così assegnato:
1°    Classificato  25 Pt.
2°   Classificato  20 Pt.
3°   Classificato  16 Pt.
4°   Classificato  13 Pt.
5°   Classificato  11 Pt.
6°   Classificato 10 Pt.
7°   Classificato  9 Pt.
8°   Classificato  8 Pt.
9°   Classificato  7 Pt.
10° Classificato  6 Pt.
11°  Classificato  5 Pt.
12° Classificato  4 Pt.
13° Classificato  3 Pt.
14° Classificato  2 Pt.
15° Classificato  1 Pt.
Per le prove di coppia il punteggio della squadra sarà assegnato ad entrambi i Concorrenti, quindi se una squadra arriva prima entrambi i concorrenti riceveranno 25 punti.
CLASSIFICHE
Le classifiche degli eventi usciranno il prima possibile, compatibilmente con il metodo di calcolo previsto dalla prova. Tale metodo è contenuto nelle specifiche delle gare quindi a conoscenza di tutti.
Per l’evento Doppia Coppia invece sarà la somma dei due eventi a determinare la classifica. Quindi alla fine dell’Episodio I “Al Volo”, verrà fornita solamente una classifica temporanea.
Ovviamente chi risulterà in testa alla classifica generale, del singolo o di coppia alla fine dei giochi avrà vinto. La particolarità della Classifica di Coppia è che la posizione della squadra alla fine della gara determinerà il punteggio che il singolo giocatore riceverà (ad esempio nella prima prova X e Y si piazzano primi, W e Z secondi, A e B terzi; nella seconda prova X e B primi, A e Z secondi, Y e W terzi; la classifica di coppia vedrà in testa X con 50 pt, Y e B con 41, Z con 40, A e W con 36) e solo un giocatore potrà vincere la classifica di coppia.
MONTEPREMI
Il montepremi è di 100 milioni e sarà così distribuito:
Classifica Generale: 35 milioni al primo classificato + Anaconda Squadron Paint Pack, 22 milioni al secondo e 13 al terzo
Classifica del singolo: 7 milioni al primo classificato + Federal Fighter Vibrant Pack, 5 al secondo e 3 al terzo
Classifica di coppia: 7 milioni al primo classificato + SRV Sprint Pack, 5 al secondo e  3 al terzo
Per il pagamento i Giudici si riservano di organizzarsi con i vincitori nei giorni seguenti la fine dei Giochi.
Anaconda Squadron Paint Pack”, Primo di coppia “federal figher vibrant pack” e primo del singolo “srv sprint pack”
DISPUTE, RICHIAMI, AMMONIMENTI, SQUALIFICHE
I Concorrenti possono fare un Report agli altri partecipanti nell’apposito canale “Dillo allo Staff”. Non saranno comunque tollerati comportamenti antisportivi o il disturbo del corretto svolgimento delle gare, pena il richiamo, l’ammonimento e la squalifica a giudizio insindacabile del Collegio dei Giudici. Due richiami costituiscono un ammonimento, due ammonimenti la squalifica, due squalifiche l’espulsione dai giochi. Per altri tipi di controversie non qui previste, comunicate nell’apposito canale “Dillo allo Staff”. Sarebbe bello però lasciare questo canale in bianco, ricordo a tutti che siamo qui per divertici.
DIVIETI
È cosa gradita evitare un linguaggio offensivo e scurrile contro altre persone presenti o non in questo server, i giochi sono intesi per divertirsi tutti assieme, pertanto sono considerate poco proficue discussioni in cui si prendono in giro o si parla in maniera altezzosa con gli altri membri della community, su qualsiasi argomento. La pena sarà un richiamo ufficiale, mentre è previsto il ban dal server per la reiterazione.
Le bestemmie non sono ammesse. Alcune persone sono indifferenti alla bestemmia, altri invece potrebbero offendersi, per lo stesso motivo del punto precedente vi invitiamo ad evitarle e a chiedere scusa se vi dovessero scappare in chat vocale o scritta, allo stesso modo chiediamo alle persone che potrebbero offendersi di non farne una guerra personale e di comunicarlo agli interessati e se la situazione dovesse creare fastidio di comunicarlo ad un Giudice o ad un membro dello Staff.
Non è consentito passare il codice d’invito del server ad amici esterni ai giochi o comunque è bene notificare ad un Giudice o ad un membro dello Staff la cosa, prima di prendere iniziative personali all’interno del server.
CASI SPECIALI
Pensiamo proprio a tutto. Conoscendo la connessione italiana e le solite istanze è probabile che qualcuno venga disconnesso per cause che non possono essere imputabili agli organizzatori. Ma nell’ottica della miglior partecipazione di tutti nel caso di “Connection Error” i Concorrenti hanno l’obbligo di effettuare uno screenshot e inviarlo a “Dillo allo staff”.
In caso di pioggia… di colpi (leggasi Griefers se siamo in Open Play), le attività verranno sospese fino a che non sarà stato chiuso il tetto (leggasi andiamo in Private Group). Sarà cura degli organizzatori dare disposizioni al momento.

 

Thargoids for dummies!

Dopo la recente (presunta) scoperta del ritorno dei Thargoids nell’universo di Elite Dangerous (ne avevamo parlato qui), abbiamo cercato in rete un po’ di informazioni in più su questa fantomatica razza aliena.

Volete anche voi saperne di più? beh, lo scrittore di fantascienza Drew Wagar, noto per i suoi romanzi ufficiali realizzati nel mondo di Elite, ha pubblicato un articolo che racchiude tutte le informazioni relative ai Thargoids. Noi vi proponiamo la nostra traduzione e vi rimandiamo alla lettura del suo interessante blog.

Elite Dangerous Lore: The Thargoids

I thargoids, questi sconosciuti…

I Thargoids non dovrebbero avere bisogno di molte introduzioni per chi è avvezza al mondo di Elite. Ma forse non tutti i giocatori di Elite Dangerous ne sono al corrente e quindi vi daremo qui tutte le informazioni a riguardo, cercando di mettere assieme tutto ciò che concerne i Thargoids nel contesto dei giochi conosciuti a riguardo (Elite, FE2, FFE e ovviamente Elite Dangerous). Ci sono anche molti contenuti prodotti dai fan ma non ci riferiremo a questi volutamente. Ciò che emerge qui e ciò che sappiamo al momento e mi riservo il diritto di modificarlo se mancasse qualcosa (nel caso fatecelo notare) o se nove informazioni usciranno a riguardo.

Riassunto storico:

2850 – voci di corridoio non confermate parlano di qualche tipo di scaramuccia iniziata con i Thargoids da parte di un comandante di flotta dal grilletto facile.
3125 – Viene confermato che le navi Thargoids sono in grado di interrompere il salto iperspaziale portando le navi nel cosidetto Witchspace nel tentativo di distruggerle. Viene stabilita una zona di guerra con i Thargoids.
3200 – Vengono riportati degli arretramenti dei Thargoids dallo spazio occupato dalle colonie umane, per ragione sconosciute.
3255 – Le ragioni del ritiro sono state attribuite a un virus ingegnerizzato chiamato “Mycoid” che impatta sulle loro capacità iperspaziali.
3302 – Sono riportati alcuni ritrovamenti di vascelli sconosciuti.
3303 – Navi aliene a 8 facce hanno interrotto il salto iperspaziale di alcuni Commander portandoli nel Witchspace.

Primo Contatto, correva l’anno 3125.

Nel gioco originale (Elite) del 1984 (bei tempi..), I thargoids erano i classici villain: gli infaticabili nemici dallo spazio profondo, che attiravano le navi nel witchspace portandole al di fuori della zona di sicurezza delimitata dalle colonie umane. Era l’anno 3125 e i Thargoids apparivano anche nel manuale del gioco originale, e ci si riferiva a loro come gli invasori thargoids. Più avanti si scoprì anche che il loro capitano aveva le ghiandole della paura rimosse e per questo erano dei combattenti così temibili.

Un loro incontro nel gioco originale era qualcosa di rapido e brutale. Era fortunato chi riusciva a sopravvivere all’esperienza! Le loro navi erano veloci, pesantemente armate e rilasciavano i Thargons, dispositivi controllati da remoto che aggiungevano ulteriore potenza di fuoco.

Furono riportate 50 zone di guerra tra umani e questa razza di insettoidi. Si credeva che fossero in grado di stazionare nel witchspace e sfruttare il salto iperspaziale degli umani per svolgere delle imboscate. Alcune speculazioni parlavano di una mente di gruppo tra di loro (n.d. CMDR Wolf974: come i borg?!). Le navi Thargoids erano poi enormi ma manovrabili e potenti grazie alla loro simmetria multi-assiale. Non avevano nessuna propulsione visibile come sulle navi umane, il chè portava ad alcune speculazioni per cui i Thargoids avessero concepito una tecnologia di moto inerziale, altrimenti conosciuta come “Spacedrive”. Appariva così chiaro che la tecnologia Thargoids era notevolmente più avanzata della nostra. Come si diceva, durante il gioco, i Thargoids tendevano a fare imboscate durante il salto iperspaziale degli umani, portando i vascelli nel witchspace nel tentativo di distruggere qualunque cosa senza alcun preavviso. Attacavano a vista! Sebbene nel gioco originale fosse dichiarato che si era in guerra con i Thargoids. Accidentalmente, è stato consentito di utilizzare la tecnologia ECM (Electronic CounterMeasure) per ottenere risorse dalle navi thargoids e altre tecnologie di derivazione Thargoids possono così essere poi state ottenute…

C’è inoltre un altra razza citata nel romanzo “The Dark Wheel”, gli Oresrians. Sono dipinti come la razza nemesi e pacifica dei thargoids, ma molto simile da un punto di vista fisico, sebbene sia stato inviato un messaggio di massima attenzione ai Commanders di “controllare a fondo i marchi sul torace e la forma della congiunzione delle 4 gambe prima di tirare conclusioni affrettate”…

75 anni dopo, Correva l’anno 3200

Curiosamente, al tempo della seconda versione di Elite (Frontier: Elite 2) i Thargoids risultava si fossero ritirati dai confini umani quasi completamente. Gli unici avvistamenti riportati in quel periodo erano di navi thargoids trattenute segretamente in strutture di ricerca segrete sparse nella galassia. A parte queste allettanti ma sporadiche informazioni, sembrava che i thargoids se ne fossero andati… non c’era più alcuna traccia di loro. Si ritirarono dalla guerra e smisero di fare imboscate. Abbandonarono completamente l’area della galassia popolata. Non si aveva nessuna idea da dove fossero venuti, cosa volessero e dove andarono; ma nemmeno di come apparivano esattamente (solo speculazioni). Rimanevano un completo mistero.

Passarono altri 50 anni. Era il 3250.


Nulla di nuovo si venne a sapere a riguardo dei Thargoids fino al lancio del gioco successivo della serie, Frontier: First Encounters (FFE). Alcune fonti indicavano che la scomparsa dei Thargoids fosse dovuta a un’operazione segreta intrapresa dalla Intergalactic Naval Reserve Arm (INRA). Apparentemente i thargoids furono infettati da un particolare virus progettato per loro. Era conosciuto come “Mycoid” virus e era stato prodotti dagli umani. La tecnologia di salto iperspaziale Thargoids era stata resa inutilizzabile (il virus attaccava i polimeri del sistema) e c’erano indicazioni che anche i thargoids stessi ne furono influenzati, poiché il loro stesso esoscheletro era composto da polimeri similari. Ci furono accuse che l’INRA avesse commesso un genocidio nei riguardi dei Thargoids. A parte questo, i Thargoids scomparsero… Ogni report a riguardo fu cancellata in quanto ritenuta una teoria cospirativa indotta da qualche leader politico.

53 anni dopo. Anno 3303

Sebbene i resti di alcuni vascelli misteriosi siano stati rinvenuti in Elite Dangerous, solo il 5 Gennaio è avvenuto il primo contatto con un vascello “vivente” alieno. Inoltre non è ancora stato definitivamente confermato che questi vascelli siano dei Thargoids; anche se simili nel comportamento, la forma e il loro funzionamento presente nelle vecchie storie potrebbero negarlo. Ma fino a quando non si avrà certezza possiamo desumere che siano a tutti gli effetti dei Thargoids. Saranno i tradizionali Thargoids guerrafondai o i pacifici Oresrians o gli Klaxians o qualcosa d’altro?

Ricordiamo che il vascello alieno è stato in grado di interdire una nave umana portandola nel witchspace e disattivandola completamente. Il vascello alieno ha inoltre direzionato un raggio di energia alla nave assediata come se stesse provvedendo a una scansione di qualche tipo. Dopodiché il vascello è ripartito per la sua rotta attivando una sorta di tecnologia iperspaziale roteando rapidamente su se stessa.

Cosa sappiamo:

  • i Thargoids sono insettoidi e, se è vero che arrivano da un pianeta basato sull’ammonio, la loro fisiologia è drammaticamente differente da quella umana. Per esempio, l’ammonio bolle ha -33 gradi Celsius. Quindi i Thargoids si potrebbero acclimatare meglio a temperature molto più basse degli umani.
  • I Thargoids hanno dimostrato di avere qualche tipo di tecnologia di salto iperspaziale a lunga distanza, la quale può consentirgli di muoversi rapidamente nella galassia, creando una spaccatura nello spazio della galassia o addirittura tar diverse galassie.
  • i Thargoids possono interdire le navi nel Witchspace (spazio di salto tra due sistemi) e disabilitare le navi a volontà.
  • i Thargoids sono unicamente femmine.
  • i Thargoids viaggiano nello spazio da millenni.
  • Quella così chiamata “guerra” è considerata una piccola schermaglia dal punto di vista dei Thargoids. i Thargoids sono poi divisi in più di un gruppo. Si conoscono i Oresrians e i Klaxians.
  • il libro ufficiale di T.James “Out of Darkness”, da solo questa piccola descrizione (e unico canone conosciuto) dei Thargoids: “Armi di piccolo calibro non recano alcun danno ai Thargoids, anche a breve distanza. Hanno sei “gambe” e due “braccia” e sono forti abbastanza per smembrare un umano con i soli loro artigli.”
  • Sebbene le loro reali capacità tecnologiche siano sconosciute, è piuttosto facile dire che sono più avanzati degli umani.

 

Qui termina la nostra traduzione e vi lasciamo con una piccola perla in salsa Specejokers: come piacciono a noi i thargoids? eccone qui sotto una “diapositiva” di nostra creazione…

 

 

Thargoids : primo contatto?

Beh, questa notte la domanda : siamo soli nell’universo di Elite Dangerous, ha avuto una risposta.
Attorno alla mezzanotte del 05/01/2017, il CMDR DP Sayre (gioca con xbox) ha registrato alcuni video che documentano come, durante un salto, sia stato interdetto da una nave di origine e forma sconosciuta. Altri CMDR riportano gli stessi incontri.
La zona degli incontri è attorno a Aries Dark Region FW-W D1-49 / HIP 12291

L’annuncio ufficiale è stato dato anche tramite la pagina Twitter di Frontier

Video combinati di DP Sayre

Video di Dr. Kaii (andate al minuto 48:39)

Altro video

Altro video

Ecco lo spettrogramma del suono emesso dalla nave aliena:

Una immagine del momento in cui la nave aliena lancia una scansione

Una immagine laterale della nave aliena

Il gruppo Iridium Wing ha rilasciato alcuni consigli agli esploratori, primo fra tutti quello di richiedere una scorta nel caso si decida di attraversare quella zona.
Inoltre si raccomanda di non partire per l’esplorazione senza scudi.

Alcune immagini in alta risoluzione (cliccateci sopra):

evento “Difendi il minatore”

Data Stellare 20161221,

Siamo stati contattati, tramite canali segretissimi subspaziali, dai nostri amici delle Dedalo Corp. Interstellar per pubblicizzare un torneo che si svolgerà domani, Giovedì 22. Vi riportiamo qui quanto è stato pubblicato sulla loro pagina Facebook.

 

Salve comandanti, per prepararsi ai festeggiamenti natalizi concluderemo l’anno con un bell evento, denominato “DIFENDI IL MINATORE”, evento già provato e molto ben riuscito la volta scorsa.

In questo evento un elemento fa il minatore, gli altri due lo difendono dai pirati che lo attaccano! chi alla fine del tempo fa più soldi dal mining vince il premio finale!

 

Breve regolamento (potrebbe venir modificato):

-Massimo numero di CMDRs in wing 3, un minatore e due bodyguard.-Si può aprire il fuoco SOLO sulle navi che, dopo aver scansionato il minatore, decidono di attaccarlo.

-il minatore deve avere minimo 2 mining laser, minimo due moduli collector e può equipaggiare i restanti hardpoint “solo con Torrette”. il resto degli optional internal e dei core a piacere tra refinery, cargo, scudi e armatura. (solo certe navi sono ammesse per i minatori, che vedete più avanti). COME OBBLIGO TASSATIVO AVERE IN STIVA ALMENO 2 tonnellate di commodities per gli ingegneri, servono per farvi scansionare dagli NPC

-i Guardiani possono fittare la nave a loro piacimento (come i minatori solo alcune navi sono ammesse)

-Non ci si può posizionare più lontani di 10 Km dal centro dell’hazardous Res

-i CMDRs possono formare la loro squadra prima dell’evento o deciderla prima di iniziare, è necessario essere presenti e iscritti sul nostro discord per partecipare e avere cuffie e microfono

-l’evento partirà se ci saranno un minimo di 4 squadre che verranno distribuite tirando a sorte tra diversi hazardous nei pressi di hai chan

-Vince la squadra che porta a casa il più alto guadagno in crediti con la somma dei minerali minati! Il minatore dovrà fare uno screen del suo balance corrente prima e dopo la vendita assieme allo screen del cargo con dentro i minerali, si possono fare tutti i giri che volete ma il tempo limite è di due ore. Tutti i minatori dovranno vendere i minerali nella stessa stazione che verrà comunicata il giorno dell’evento

-Per la wing vittoriosa ci sono in palio 400 tonnellate di palladio offerte dal CMDR Francesile, che alla vendita vi frutteranno circa 5.200.000 di crediti puliti!!!

 

-NAVI UTILIZZABILI:

Minatori: Cobra Mk4, Type 6, Keelback (quest’ultimo può portare il modulo guardian a scapito del cargo totale)
Bodyguard: Sidewinder, Eagle, Viper mk3 \ 4, Cobra mk3, imperial eagle, imperial courier, asp scout, db scout. keelback

Le navi potrebbero venir modificate, non sarà facile resistere in hazardous con queste navi quindi assicuratevi di avere il rebuy per la vostra nave disponibile, non sono state inserite navi più potenti (Vulture, fas, fer eccetera, per non rendere il tutto troppo semplice)

 

“”””IMPORTANTE””””
Prima dell’inizio il minatore dovrà fare uno screenshot della propria stiva e del proprio asset, non vale prendere le missioni alla stazione, e alla fine dell’evento si richiederà la foto della stiva. La perdita eventuale del carico va comunicata espressamente e sarà consentito riprenderla alla stazione di partenza. In caso di morte il CMDR verrà escluso dalla competizione.

La data dell evento è il giovedi sera alle ore 21:00, la partenza della gara alle 22:00, i ritardatari non potranno partecipare. La gara terminerà alle ore 23.30 in punto

Se avete squadre di 2-3 persone già fatte comunicatele pure qua sotto nei commenti, ed ognuna di esse giocherà in un private diverso, tanto la prova del punteggio la faranno le foto

Vi aspettiamo numerosi GUYS

 

A cui segue la comunicazione del CMDR Francesile con ulteriori dettagli:

Le iscrizioni termineranno giovedi 22 alle 12:00

Ecco le squadre:

Squadra ALPHA:
Lorenzo Bassini minatore (resp)
Adren Snyder Combat
-Angelo Franceschini combat (mi da conferma)
————————-voi utilizzerete il private group di G.trevize

Squadra BRAVO:
Marco Ma combat
Gianfranco Bilotta combat
Alessandro Dario Rossi minatore (resp)
————————Voi ultilizzerete il private group rougee

Squadra CHARLIE:
Cesare Marino combat (resp)
Salvatore Meli mining
Angelo Stargiotti combat
————————Voi utilizzerete il private cesare marino

Squadra DELTA:
Michael Artuso combat
Edoardo Cozzolino combat
-Still krisi minatore (resp)
————————voi utilizzerete il private group still krisi

Vinny Sannino combat (in attesa di inquadramento)

 

fateci sapere in che ruolo volete giocare

 

P.S…….LEGGERE….. Per dare pepe al tutto gli ammiragli francesile (Francesco Sileoni) e sargath(Franco Mattiello) gireranno nei private group dichiarati per ogni squadra, che OBBLIGATORIAMENTE dovranno avere IL REPORT CRIME SU OFF (tutti e 12 prima di partire), e potranno ingaggiare i minatori e le squadriglie. Utilizzeremo navi consone e in lista. Non distruggeremo “MAI” il minatore ma porteremo la sua hull fino al 20%, e saremo liberi di distruggere i suoi wingman. Questo avverrà a random per ogni squadra, e per correttezza al primo sparo contro il minatore ci saranno 4 minuti di tempo cronometrati, cosi da dare a tutti stesse possibilità. Ognuna delle squadriglie ha un membro responsabile RESP che oltre a giocare si assicurerà il coretto svolgimento della gara, e che vigilerà sul rispetto delle regole. Ricordo ai minatori che devono avere 2 tonnellate di materiale degli ingegneri in stiva prima della partenza, ovviamente non vendibile sul finale.

Per ora è tutto, francesile chiude!

 

Potete seguire la discussione ufficiale e unirvi al gruppo di giocatori a questo indirizzo: https://www.facebook.com/events/543919692481879/permalink/546515898888925/

Noi SpaceJokers vi riporteremo poi i risultati del torneo e immagini dal “fronte”. Buoni scavi a tutti!

Natale con Frontier: regali e beneficenza

Siamo nuovamente nel periodo dell’anno quando ci si raduna con la propria famiglia e con gli amici per celebrare le festività natalizie. Quest’anno Frontier è fiera di celebrarle con voi, la nostra incredibile comunità, con una marea di fantastiche attività.

Vediamole assieme:

Il Livestream di 24 ore

Per quelli che non lo sanno, l’anno scorso Frontier ha organizzato un livestream di 24 ore, con gli sviluppatori e membri della comunità che si sono incontrati per organizzare un evento più che speciale. Bene, quest’anno lo faremo ancora: Ed Lewis, assieme alla splendida Bo de Vries, saranno al comando di questa difficile missione”! Bo de Vries si occuperà della 24 ore di Planet Coaster mentre Ed Lewis sarà impegnato nella 24 ore di Elite Dangerous. Sarà un giorno (e notte) da ricordare!

Il Livestream inizierà il 19 Dicembre 2016 alle 13:00 ora italiana e terminerà il 20 Dicembre alla stessa ora. Inoltre, per tutta la durata dell’evento, faremo una raccolta di fondi da donare in beneficenza per SpecialEffect. Per chi non lo sapesse, SpecialEffect (link a http://www.specialeffect.org.uk/ ) è un ente di beneficenza che si occupa di aiutare le persone con disabilità, ad usufruire di tecnologia e di videogiochi.

Lotteria di beneficenza

Per ogni donazione dell’importo di una sterlina (£1) alla campagna sulla pagina di Just Giving (link a https://www.justgiving.com/fundraising/FrontierDev ) si ha diritto ad un “biglietto virtuale” per partecipare alla lotteria a premi. Più donate, più possibilità avrete di vincere. L’estrazione avrà luogo durante il Livestream di 24 ore (vedi sopra per i dettagli) e dovete lasciare il vostro indirizzo mail (va inserito nelle note quando fate la donazione) per poter partecipare ed essere contattati. C’è una incredibile quantità di premi in palio, vediamogli in dettaglio.

– Un PC High End ottimizzato per il gioco! Per un valore di più di £2,000 !
– Xbox One S console
– PlayStation 4 pro console
– 3 copie di Planet Coaster Thrillseeker edition (Non acquistabile dallo Store)
– 3 copie di Elite Dangerous Commander Edition da Steam
– 2 buoni da £50 nel Frontier Store – Perfetti per acquistare paintjob o merchandising!
– 4 buoni da £25 nel Frontier Store – Perfetti per acquistare paintjob o merchandising!
– 5 sacche regalo di Elite Dangerous contenenti:
o Berretto con visiera con il ranking Elite
o Un paio di calze di Elite
o Berretto morbido di Elite
o Tazza di Elite
o Portachiavi di Elite
o Spilla di Elite
– 5 sacche regalo di Planet Coaster contenenti:
o Borsa di Planet Coaster
o Tappetino per mouse di Planet Coaster
o Artwork firmato
o Badge di Planet Coaster
o Nastro portachiavi di Planet Coaster
o Chiave USB (8GB) di Planet Coaster
– 5 copie digitali di “You, Me and Gravity” – la colonna sonora del gioco Planet Coaster

I termini e le condizioni sono riportate sul forum di Frontier a questo link (link a https://forums.frontier.co.uk/showthread.php/312145-Frontier%E2%80%99s-Festive-Fun-and-Charity-Livestreams! )

Special Effect Paint Job

E se la lotteria non fosse abbastanza, abbiamo un incentivo in più per spingervi a donare per questa campagna di beneficenza. Se donate almeno €7 in una singola donazione, potreste vincere un fantastico nonché unico SpecialEffect paint job e decal per il Sidewinder! Ricordatevi che la donazione vale ANCHE per la lotteria di beneficenza sopra citata (€7 = 7 biglietti virtuali) quindi avrete il doppio delle ragioni per partecipare!

Attenzione: Ricordate di aggiungere il vostro indirizzo mail per poter essere contattati in caso di vincita. Il paintjob e la decal saranno resi disponibili tramite un codice da inserire nello Store, codice che sarà inviato, agli aventi diritto, al termine dell’evento.

I termini e le condizioni sono riportate sul forum di Frontier a questo link (link a https://forums.frontier.co.uk/showthread.php/312145-Frontier%E2%80%99s-Festive-Fun-and-Charity-Livestreams! )

thumbnail_sepj

Asta di beneficenza

Oltre a quanto sopra, anche quest’anno terremo la consueta asta di beneficenza, durante la quale potrete fare delle offerte nella speranza di vincere un premio. Tutte le offerte verranno fatte in forma privata e dovrete dichiarare quanto vorreste pagare per un singolo premio. I vincitori saranno contattati e verrà loro richiesto di donare a Just Giving quanto hanno promesso nell’offerta.

Ecco come funziona: leggete la lista dei premi all’asta riportata sotto! Alcuni premi si riferiscono ad Elite Dangerous ed alcuni a Planet Coaster. Una volta che avete individuate uno (o più premi) sui quali volete fare un offerta, inviate una mail a community@frontier.co.uk con oggetto “Blind Charity Auction” indicando il nome (o i nomi) dei premi e dettagliare quanto volete offrire per ognuno di essi. L’asta si chiude il 9 Dicembre alle 10:00 ora italiana ed i vincitori saranno contattati immediatamente.

I termini e le condizioni sono riportate sul forum di Frontier a questo link (link a https://forums.frontier.co.uk/showthread.php/312145-Frontier%E2%80%99s-Festive-Fun-and-Charity-Livestreams! )

Ecco cosa abbiamo all’asta (le foto verranno aggiunte in seguito)!

Elite Dangerous

  • Cena con gli sviluppatori – Elite Dangerous: Cenate assieme agli sviluppatori di Elite Dangerous. Terremo una cena con cinque dei principali sviluppatori di Elite Dangerous e con voi. La data dell’evento è pianificata per il 26 Gennaio 2017 dalle 19:00 GMT alle 22:00 GMT (ora inglese) ed avremo con noi CINQUE di voi fortunati vincitori! Il cibo e le bevande saranno a nostro carico ma le spese di alloggio, viaggio (fino a Cambridge UK) ed extra sono a carico dei vincitori.
  • Date il nome ad un Rare good: Lasciate il vostro segno in Elite, date il nome ad un Rare Good che verrà aggiunto al gioco! Tutte le proposte verranno vagliate e richiedono l’approvazione del Frontier Development team. Il luogo dove verrà posizionato il Rare Good sarà deciso dal team di Frontier.
  • Date il nome ad una Stazione: Lasciate il vostro segno in Elite, date il nome ad una Stazione Spaziale che verrà aggiunta al gioco! Tutte le proposte verranno vagliate e richiedono l’approvazione del Frontier Development team. Il luogo dove verrà posizionata la Stazione sarà deciso dal team di Frontier.
  • Date il nome ad un Sistema stellare: Lasciate il vostro segno in Elite, date il nome ad un Sistema Stellare che verrà aggiunto al gioco! Tutte le proposte verranno vagliate e richiedono l’approvazione del Frontier Development team. Il luogo dove verrà posizionato il Sistema sarà deciso dal team di Frontier.
  • Create il vostro paintjob, unico e fatto su misura: Un paintjob unico e speciale per un Commander speciale. Lavorerete con il nostro paint job designer per creare qualcosa di unico per voi. Scegliete la nave, il colore e lo stile e sarete l’invidia di tutti con questo premio fantastico.

Elite Dangerous Lifetime Expansion Pass: Non più disponibile nello Store, il lifetime expansion pass vi offre ogni update già rilasciato per Elite Dangerous e TUTTE le future espansioni!

Planet Coaster

  • Cena con gli sviluppatori – Planet Coaster: Cenate assieme agli sviluppatori di Planet Coaster. Terremo una cena con cinque dei principali sviluppatori di Planet Coaster e con voi. La data dell’evento è pianificata per il 27 Gennaio 2017 dalle 19:00 GMT alle 22:00 GMT (ora inglese) ed avremo con noi CINQUE di voi fortunati vincitori! Il cibo e le bevande saranno a nostro carico ma le spese di alloggio, viaggio (fino a Cambridge UK) ed extra sono a carico dei vincitori.
  • Immagini firmate: Chi ha seguito i livestream di Planet Coaster, si ricorderà dello sviluppatore Marc Cox. Sappiamo tutti che le immagini di sfondo, le “scenery” sono importanti in Planet Coaster ma Marc porta tutto questo ad un livello più alto, riempiendo la sua scrivania di scenari reali, cartacei, fatti a mano. Abbiamo deciso di mettere all’asta alcuni esemplari di questi scenari dalla sua collezione, firmati dal team di sviluppatori. Sono state le pietre miliari che hanno permesso la costruzione di Planet Coaster.
  • Portafotografie realizzati a mano: Forse non lo sapete ma la nostra amata Community Manager Bo de Vries, ha un grande talento nella scrittura calligrafica. Ha creato 3 stupendi portafoto di Planet Coaster completi di scritte realizzate a mano! Le offerte valgono per un solo portafoto e ve ne sono 3 in palio.
  • Set di cuscini di Planet Coaster: Durante l’evento per il lancio di Planet Coaster molte persone ha chiesto di avere uno dei cuscini che avevamo in studio. Abbiamo così deciso di realizzare un set di 3 cuscini a tema Planet Coaster. L’offerta è per un set da 3 cuscini.
  • Artwork firmati dell’evento di presentazione: Un altro oggetto all’asta, realizzato per il lancio di Planet Coaster, sono un set di due stampe a tema Planet Coaster, firmate dal team. Nota bene: qualche graffio è presente sulle stampe, vi abbiamo avvisato. Queste due stampe rappresentano un magnifico esempio decorativo, per chi apprezza l’avvincente stile artistico di Planet Coaster!

Ancora una volta, vogliamo ringraziare voi, la nostra incredibile comunità, per aver supportato Elite Dangerous e Planet Coaster durante l’anno trascorso. Siete voi a dare anima e cuore ad ogni cosa che facciamo. Ci auguriamo che ci farete compagnia durante il livestream e che parteciperete a questo fantastic evento!

Vi informiamo che Spacejokers non ha alcun ruolo nel concorso soprariportato, se non quello di fornirne la traduzione. Per i termini e le condizioni, fate riferimento sul forum di Frontier a questo link (link a https://forums.frontier.co.uk/showthread.php/312145-Frontier%E2%80%99s-Festive-Fun-and-Charity-Livestreams! )

nuovo relitto alieno!

Ormai si scopre di tutto in Elite Dangerous… tempo fa erano stati ritrovati altri manufatti di origine sconosciuta… (ne avevamo parlato qui)

Oggi addirittura il relitto di un enorme astronave… che sia il prototipo di una Capital City aliena? stanno tentando di invaderci ma ancora non hanno imparato ad atterrare? Oppure dei semplici Crash-test?! a me sembra tutto un Gomblotto!

…sta di fatto che se andate a queste coordinate la potrete vedere coi vostri occhi:

HIP 17862 6 C A
Coordinate: 30.3398, -98.5876

qui la discussione originale su Reddit: https://www.reddit.com/r/EliteDangerous/comments/5ar6df/new_alien_crash_site_found_by_a_forum_user_called/?st=iv2dch47&sh=5468053d

di seguito qualche screenshot sul luogo del “delitto”… Notare le dimensioni considerevoli…

alien5 ed_alien alien3b

 

 

Distant Worlds: casa dolce casa!

data stellare 20161028,

Ebbene sì! sono tornato!!! la lunga spedizione durata quasi un anno in direzione Distant Worlds, ovvero Beagle Point (ne abbiamo parlato in numerosi altri articoli), è terminata con successo con il mio rientro a “casa” di ieri… Ma andiamo con ordine e vediamo come sono andate le cose al ritorno…

Ormai la mia mente è offuscata… dove mi trovo? un altra stella di fronte a me e il silenzio assoluto… più volte mi sono avvicinato troppo alle stelle perdendo completamente la ragione… per fortuna il segnale di allarme mi ha sempre avvisato in tempo e sono riuscito a fuggire dall’attrazione gravitazionale di queste enormi masse bollenti… Eppure il loro fascino è così letale: così utili nel fare rifornimento ma anche così pericolose… bastava un nulla e mi sarei ritrovato a migliaia di anni luce da casa completamente polverizzato…

Oltre le stelle poi l’infinito… (di seguito alcuni screenshot del viaggio intrapreso nel ritorno)

qui mi sono quasi schiantato in un buco nero.. Nel Ritorno da Sag A, se volate alti sull'asse delle Z ne troverete a palate!

qui mi sono quasi schiantato in un buco nero.. Nel Ritorno da Sag A, se volate alti sull’asse delle Z ne troverete a palate!

zunuae-hm-a-c15-2987-26-06-2016-14-55-05

traikaae-ht-d-b30-0-17-10-2016-22-26-51

ogni tanto un pianeta simile alla terra su cui mettere la propria "bandierina"...

ogni tanto un pianeta simile alla terra su cui mettere la propria “bandierina”…

mi stavo quasi arrostendo!

mi stavo quasi arrostendo!

iowhail-vt-c-b41-18-22-08-2016-21-20-28

iowhail-ud-t-e3-4086-22-08-2016-21-41-07

qui la tentazione è stata troppo forte: motori al massimo e mi sono infilato in mezzo! solo danni lievi per fortuna...

qui la tentazione è stata troppo forte: motori al massimo e mi sono infilato in mezzo! solo danni lievi per fortuna…

affascinante!

affascinante!

Il vuoto più assoluto mi stava annullando i sensi… neanche il carico di schiave Orioniane in stiva, riusciva più ad alleviare le mie pene (niente battute qui :D)… Era giunto il momento di tornare, e dovevo farlo al più presto prima di impazzire completamente.

Per fortuna, giunto a un migliaio di anni luce dalla bolla civilizzata, il computer di bordo, anche se ormai danneggiato come la maggior parte dei miei sistemi, inizia di nuovo a percepire delle telecomunicazioni. Provo quindi a inviare un messaggio codificato al mio amico di vecchia data CMDR Nijal… ma nulla, che sia dannato!?… pare che anche lui sia in seri problemi o molto lontano da qui… l’ultimo nostro avvistamento è stato nei pressi di Sag A (qui il resoconto del nostro incontro), chissà ora dove si trova… Provo quindi a inviare un messaggio di soccorso criptato per gli amici della Dedalo, ho assolutamente bisogno di una scorta prima che qualche pirata spaziale mi faccia saltare in aria solo per accaparrarsi la mia scatola nera coi dati delle esplorazioni… e quando tutto sembrava ormai perduto ecco un segnale!

è CMDR Kira Mikamy, uno dei massimi esponenti della Dedalo, che risponde al mio appello! Riesco a malapena a inviargli le mie coordinate, poi nell’attesa speranzosa di aiuto, mi abbandono all’ultima goccia di synth-alcohol rimasta… Non so se sia stato l’alcol a darmi una percezione distorta del tempo, ma in men che non si dica avevo di fronte, nel sistema in cui stavo vagando, una segnalazione di una nave in avvicinamento… Per un attimo un brivido scosse la mia colonna vertebrale ciberneticamente aumentata… Sarà veramente Kira? o è solo una mia allucinazione data dal viaggio interminabile in solitario?! Eppure sembrava proprio lui… Un Cutter si stava avvicinando rapidamente e nonostante si trattava un segnale amico, la paura di commettere un errore tattico o diplomatico era enorme. Tuttavia le mie paure andarono presto a scemare, dopo un primo incontro amichevole e uno scambio di informazioni necessarie a tracciare la rotta per “casa”…. ma per l’appunto?! Cosa si può definire casa dopo tanto girovagare?! decisi di affidarmi a Kira, non avevo alcuna intenzione di protrarmi troppo all’interno della bolla: i rischi di un interdizione sarebbero stati troppo grandi… quindi decisi di andare a far visita alla Dedalo presso Hai Chan, era un porto sicuro e avrei venduto li i miei dati in cambio di protezione per un po’ di tempo…

ormai ci siamo.. non mi sembra vero...

ormai ci siamo.. non mi sembra vero…

screenshot_0164

screenshot_0166

la mia Asp finalmente parcheggiata, sono salvo!

la mia Asp finalmente parcheggiata, sono salvo!

Il tempo per riprendermi dalla “space madness” che mi attanagliava… (ma di questo ne riparlerò presto..) Ora è tempo di riposare in qualche bordello di Hai Chan e pensare a come spendere i soldi del bottino! ovvero i dati venduti..

Racconto a parte, questo viaggio interminabile è stato relativamente vantaggioso in termini economici… ci ho messo quasi un ora per vendere i dati… con quasi 120 pagine di vendita di dati e circa 130 milioni guadagnati. La soddisfazione è più nel vedere un sacco di sistemi inesplorati che ora riportano il mio nome, più che nel guadagno stesso… Se fossi rimasto nella bolla, con tutti i CG che ci sono stati avrei sicuramente guadagnato di più! ma non è questo lo spirito del gioco! Inoltre grazie a questo viaggio ho ottenuto il rank di Elite nell’esplorazione 🙂

Ora resta da capire come spendere questi soldini… che sia arrivata l’ora di dotarsi di un Anaconda multi-ruolo?

E… soprattutto… dove è finito CMDR Nijal?

Trovato il monolito alieno!

Non sono passati che pochissimi giorni dalla release della versione 2.2 di Elite:Dangerous, chiamata The Guardians, e dal rilascio del trailer ufficiale che già gli esploratori della Canonn, la più grande comunità scientifica nella galassia di Elite, hanno già individuato il luogo dove risiede il monolito alieno che si può vedere nel trailer.

Il CMDR Xdeath, a bordo del suo cobra ha identificato il pianeta con queste coordinate:

Sistema : SYNUEFE XR-H D11-102 Planet 1 B
Coordinate -128.9212 -31.7347

pksystem1

Ecco alcune immagini in esclusiva del sito archeologico.

x3edptq qzbv22y n2pg9sp

Ed ecco il video completo della zona e del monolito

Sono molti gli oggetti ritrovati sul luogo.

Vi terremo aggiornati non appena avremo delle novità al riguardo.

ecco come si è svolta la caccia ai segnali alieni…

Nella giornata di ieri vi abbiamo pubblicato il resoconto del ritrovamento di una nave aliena (Thargoids) precipitata su un pianetoide.. (qui l’articolo)… Ciò che mancava per capire totalmente questa “caccia al tesoro” erano le modalità con cui si sono decifrati i vari segnali che via via si svelavano… Per concessione della Cannon Interstellar, e della Dedalo Corp., che ci ha rilasciato il documento, vi mostriamo il dettaglio completo della soluzione al mistero!

[Nota di Redazione] Il documento è in inglese ma farne una traduzione rischierebbe di travisarne alcuni significati, quindi preferiamo lasciarla in originale, considerando che non è particolarmente difficile da comprendere…

On August 28th:
● Kohl, a Trader, will be arriving at Cail at 10.00 in a Red T9;
● Granger hangs around Apademak in a Yellow Asp;
● Dillon will be arriving at Apademak at 21.00 in a Cobra;
● The Explorer was last seen in system Pic Tok he return each day at Three PM GMT

Your ship’s clock is the most logical source of the time.

Gamma: THE RED TRADER WAS CARRYING FISH DURING THE INCIDENT

binary1

Binary:
00110111 00110001 00100000 00111000 00110011
00100000 00111000 00110110 00100000 00110011
00110010 00100000 00110111 00110011 00100000
00111000 00110110 00100000 00111000 00110111
00100000 00110011 00110010 00100000 00110111
00110001 00100000 00110111 00110011 00100000
00111001 00110000 00100000 00111000 00110111
00100000 00111000 00110110 00100000 00110111
00110011 00100000 00110011 00110010 00100000
00110110 00111000 00100000 00111001 00110000
00100000 00110111 00110010 00100000 00110011
00110010 00100000 00111000 00111000 00100000
00111001 00110000 00100000 00110111 00110011
00100000 00110111 00110011 00100000 00110110
00110110 00100000 00111000 00110010 00100000
00110111 00110111 00100000 00111000 00110100
00100000 00110011 00110010 00100000 00111000
00110101 00100000 00111000 00110010 00100000
00110111 00110010 00100000 00111000 00110011
00100000 00110011 00110010 00100000 00111000
00110111 00100000 00110111 00110000 00100000
00110111 00110011 00100000 00111000 00110010
00100000 00110111 00110111 00100000 00111000
00110100 00100000 00110011 00110010 00100000
00110111 00110001 00100000 00111000 00110011
00100000 00111000 00110110 00100000 00110011
00110010 00100000 00111000 00110010 00100000
00110111 00110111 00100000 00111000 00111000
00100000 00111000 00110010 00100000 00111000
00110111 00100000 00111000 00110110 00100000
00110111 00110111 00100000 00110111 00110001
ASCII:
71 83 86 32 73 86 87 32 71 73 90 87 86 73 32 68 90 72 32 88 90 73 73 66 82 77 84 32 85 82 72 83 32 87 70 73 82 77 84 32 71 83 86 32 82 77 88 82 87 86 77 71

ASCII again:
GSV IVW GIZWVI DZH XZIIBRMT URHS WFIRMT GSV RMXRWVMG

Atbash Latin:
THE RED TRADER WAS CARRYING FISH DURING THE INCIDENT

Clue to next system: One of seven, mother of the messenger and pursued by the giant huntsman, you will find more at the black glass.
Answer: Maia (Seven sisters, Maia is the mother, huntsman is Orion, black glass is Obsidian)

 

Maia: The Asp is Yellow

binary2

Roman Numerals:
LII LV XXXII LV LIII XXXII LV L XXXII L XLVIII XXXII LII CI
XXXII LIV LIV XXXII LIV LI XXXII L XLVIII XXXII LV LIV XXXII
LIV LIV XXXII L XLVIII XXXII LII XCIX XXXII LV L XXXII LV
LVII XXXII LV LVII XXXII LIV L XXXII LIV XCVII

Decimals:
52 55 32 55 53 32 55 50 32 50 48 32 52 101
32 54 54 32 54 51 32 50 48 32 55 54 32
54 54 32 50 48 32 52 99 32 55 50 32 55
57 32 55 57 32 54 50 32 54 97

Interpret each decimal as an ASCII value to give Hex:
47 75 72 20 4e 66 63 20 76 66 20 4c 72 79 79 62 6a

ASCII:
Gur Nfc vf Lryybj
Caesar Cipher (Shift +13):
The Asp is Yellow

Clue to next system: This Earth-like world with a single moon has a centre for investigating the trade of drums, casks and barrels. You will learn more there.
Answer: HIP 19072 (Cooper Research Centre… we were lucky ilo was just there, coopers make drums, casks and barrels)

 

Coopers: A Cobra is due to arrive at 21:00

morse1

Morse (do not break on newlines):
….- —.. / ….- —.. / ….- -…. / ….- —-. / ….. —– / …– ..—
/ .—- .—- -…. / —-. –… / …– ..— / .—- —– .—- / .-
— .—- —.. / .—- —– ….. / .—- .—- ….- / .—- .—-
….- / —-. –… / …– ..— / .—- .—- .—- / .—- .—- -….
/ …– ..— / .—- —– .—- / .—- .—- –… / .—- —–
—– / …– ..— / .—- .—- ….. / .—- —– ….. / …– ..— /
—-. –… / .—- .—- ….- / —-. —.. / .—- .—- .—- / –
…. –… / …– ..— / -…. …..
Text:
48 48 46 49 50 32 116 97 32 101 118 105 114 114 97 32 111 116 32 101 117 100 32 115 105 32 97 114 98 111 67 32 65

ASCII:
00.12 ta evirra ot eud si arboC A
Reversed:
A Cobra is due to arrive at 21.00

Clue to next system: The first of three water worlds is Z place to research the next clue. The last of my name is sixth but worth seven.
Answer: Pleiades Sector HR-W d1-57 (Zeta … Z – zeta is sixth in the Greek alphabet but worth seven, because there used to be a different sixth letter called vau, i.e. zeta used to be the seventh letter worth seven)

 

Zeta: THE T9 PILOTS ROUTE TAKES THEM TO SYSTEM CAIL

zeta_codici

Binary:
00101101 00101101 00101110 00100000 00101110
00101110 00101110 00100000 00101110 00101110
00101110 00101101 00100000 00101111 00100000
00101101 00101101 00101110 00100000 00101101
00101101 00101101 00101101 00101110 00100000
00101111 00100000 00101101 00101110 00101101
00100000 00101110 00101101 00101110 00100000
00101101 00101101 00101101 00100000 00101110
00101101 00101110 00101110 00100000 00101101
00101101 00101110 00100000 00101110 00101110
00101110 00101110 00100000 00101111 00100000
00101110 00101110 00100000 00101110 00101101
00101110 00101110 00100000 00101110 00101110
00101101 00101110 00100000 00101101 00101101
00101110 00100000 00101110 00101110 00101110
00101101 00100000 00101111 00100000 00101101
00101101 00101110 00100000 00101101 00101101
00101110 00101110 00100000 00101110 00101101
00101101 00101110 00100000 00101110 00101110
00101110 00101101 00100000 00101110 00101110
00101110 00101110 00100000 00101111 00100000
00101101 00101101 00101110 00100000 00101110
00101110 00101110 00100000 00101110 00101110
00101110 00101101 00100000 00101101 00101110
00100000 00101111 00100000 00101101 00101101
00101110 00100000 00101110 00101101 00101110
00101110 00100000 00101111 00100000 00101110
00101110 00101110 00101110 00100000 00101101
00101110 00101110 00101110 00100000 00101110
00101110 00101110 00101110 00100000 00101101
00101101 00101110 00100000 00101110 00101110
00101110 00101101 00100000 00101101 00101110
00100000 00101111 00100000 00101101 00101110
00101110 00101101 00100000 00101101 00101101
00101110 00101110 00100000 00101110 00101101
00101110 00100000 00101101 00101101 00101101
Morse:
–. … …- / –. —-. / -.- .-. — .-.. –. …. / .. .-.. ..-. –. …- / –. –.. .–. …- …. / –. … …- -. / –. .-.. / …. -… …. –. …- -. / -..- –.. .-. —

ASCII:
GSV G9 KROLGH ILFGV GZPVH GSVN GL HBHGVN XZRO
Atblash Latin:
THE T9 PILOTS ROUTE TAKES THEM TO SYSTEM CAIL

Clue to next system: The fifth letter should point you to the pre-logistics support you need.
Answer: Pleiades Sector JC-V d2-62 (Epsilon is the fifth greek letter)

 

Epsilon: DILLON NEVER CARRIES CARGO

codice2

Hex:
58 53 50 50 4d 4e 20 4e 57 46 57 4a 20 59 41 4a 4a
53 57 49 20 59 41 4a 55 4d
ASCII:
XSPPMN NWFWJ YAJJSWI YAJUM

Atbash:
CHKKNM MDUDQ BZQQHDR BZQFN
Caesar Cipher (Shift +1):
DILLON NEVER CARRIES CARGO

Clue to next system: The top dog sits by a purple giant with three children in a sky with two bright stars. But I guess that’s just the beginning.
Answer: 42 n Persei (Alpha is “top dog”, the system has a purple gas giant with three moons, and two stars.)

 

Alpha: SOMEONE WHO WASN’T CARRYING CARGO WILL ARRIVE IN APADEMAK AT

morse2
Morse (break first newline, do not break second):
.-.. ..-. –. -..- …- –. …- / .–. — …. / –.- – –.. –. -. / .— –
.. .-.. .-. .–. –. -..- / …- …. -.- -..- .. / -.. -… -.-. ..-. / …. -.- .. –
.-. — .-.. / –.. …. / …. .. .-. -..- -..- – – -… / – .- /
ASCII:
LFGXVGV POH QTZGN JTILRPGX VHKXI DBCF HKICOL ZH HIRXXTTB TA
Vigenère Cipher (Key: TRUTH):
SOMEONE WHO WASNW QMPUXWZE BODER KUJO ODPLUS GQ OBYGDAMI ZH

Insert apostrophe into encrypted text after QTZG:
LFGXVGV POH QTZG’N JTILRPGX VHKXI DBCF HKICOL ZH HIRXXTTB TA
Vigenère Cipher (Key: TRUTH):
SOMEONE WHO WASN’T CARRYING CARGO WILL ARRIVE IN APADEMAK AT

Clue to next system: The legal defendant sits by 14 lumps of ice. They might be able to provide the answers in shorthand.
Answer: Hyades Sector AB-W b2-2 (14 icy moons, the Delta symbol (Δ) is used as a shorthand for defendant in legal symbology)

 

Delta: A trader called Kohl will arrive in CAIL at 10.00

codice3

Hex:
30 30 2e 30 31 20 67 6e 20 59 56 4e 50 20 61 76 20
72 69 76 65 65 6e 20 79 79 76 6a 20 79 75 62 58 20
71 72 79 79 6e 70 20 65 72 71 6e 65 67 20 4e

ASCII:
00.01 gn YVNP av riveen yyvj yubX qryynp erqneg N
Reversed:
N genqre pnyyrq Xbuy jvyy neevir va PNVY ng 10.00
Caesar Cipher (Shift +13):
A trader called Kohl will arrive in CAIL at 10.00

Clue to next system: The wearer of the royal seal from Hatshepsut’s court, he of Nubia, invites you to his landing at the third of nine.
Answer: HIP 17655 (Nehsi was the wearer, Nehsi Landing is on the third of nine planets)

 

HIP 17655: GRANGER DOESN’T CARRY CARGO. HE HANGS AROUND APADEMAK

codice4

Roman Numerals:
XLVIII XLIX XLVIII XLIX XLVIII XLVIII XLIX XLIX XXXII XLVIII
XLIX XLVIII XLVIII XLVIII XLIX XLVIII XLVIII XXXII XLVIII
XLIX XLVIII XLVIII XLIX XLIX XLVIII XLIX XXXII XLVIII XLIX
XLVIII XLIX XLIX XLVIII XLIX XLVIII XXXII XLVIII XLIX XLVIII
XLIX XLVIII XLVIII XLIX XLIX XXXII XLVIII XLIX XLVIII XLIX
XLVIII XLVIII XLVIII XLIX XXXII XLVIII XLIX XLVIII XLVIII
XLVIII XLIX XLVIII XLVIII XXXII XLVIII XLVIII XLIX XLVIII
XLVIII XLVIII XLVIII XLVIII XXXII XLVIII XLIX XLVIII XLIX
XLVIII XLVIII XLVIII XLVIII XXXII XLVIII XLIX XLVIII XLVIII
XLVIII XLVIII XLVIII XLIX XXXII XLVIII XLIX XLVIII XLIX
XLVIII XLVIII XLVIII XLIX XXXII XLVIII XLIX XLVIII XLVIII
XLVIII XLIX XLVIII XLIX XXXII XLVIII XLIX XLVIII XLIX XLIX
XLVIII XLIX XLVIII XXXII XLVIII XLVIII XLIX XLVIII XLVIII
XLIX XLIX XLIX XXXII XLVIII XLIX XLVIII XLVIII XLVIII XLIX
XLIX XLVIII XXXII XLVIII XLVIII XLIX XLVIII XLVIII XLVIII
XLVIII XLVIII XXXII XLVIII XLIX XLVIII XLVIII XLIX XLIX XLIX
XLIX XXXII XLVIII XLIX XLVIII XLVIII XLIX XLIX XLVIII XLIX
XXXII XLVIII XLIX XLVIII XLVIII XLVIII XLIX XLVIII XLVIII
XXXII XLVIII XLIX XLVIII XLVIII XLVIII XLIX XLVIII XLVIII
XXXII XLVIII XLIX XLVIII XLVIII XLIX XLVIII XLIX XLIX XXXII
XLVIII XLVIII XLIX XLVIII XLVIII XLVIII XLVIII XLVIII XXXII
XLVIII XLIX XLVIII XLVIII XLIX XLIX XLIX XLIX XXXII XLVIII
XLIX XLVIII XLVIII XLIX XLIX XLVIII XLIX XXXII XLVIII XLIX
XLVIII XLVIII XLVIII XLIX XLVIII XLVIII XXXII XLVIII XLIX
XLVIII XLIX XLVIII XLVIII XLIX XLIX XXXII XLVIII XLIX XLVIII
XLVIII XLVIII XLVIII XLVIII XLIX XXXII XLVIII XLVIII XLIX
XLVIII XLVIII XLVIII XLVIII XLVIII XXXII XLIX XLVIII XLVIII
XLVIII XLVIII XLVIII XLVIII XLVIII XLVIII XLIX XLVIII XLVIII
XLIX XLIX XXXII XLVIII XLVIII XLIX XLVIII XLVIII XLVIII
XLVIII XLVIII XXXII XLVIII XLIX XLVIII XLIX XLVIII XLIX
XLVIII XLVIII XXXII XLVIII XLIX XLVIII XLIX XLVIII XLVIII
XLVIII XLIX XXXII XLVIII XLVIII XLIX XLVIII XLVIII XLVIII
XLVIII XLVIII XXXII XLVIII XLIX XLVIII XLIX XLVIII XLIX
XLVIII XLVIII XXXII XLVIII XLIX XLVIII XLVIII XLIX XLIX
XLVIII XLIX XXXII XLVIII XLIX XLVIII XLIX XLIX XLVIII XLIX
XLVIII XXXII XLVIII XLIX XLVIII XLIX XLVIII XLVIII XLIX XLIX
XXXII XLVIII XLIX XLVIII XLVIII XLVIII XLIX XLVIII XLIX
XXXII XLVIII XLVIII XLIX XLVIII XLVIII XLVIII XLVIII XLVIII
XXXII XLVIII XLIX XLVIII XLVIII XLIX XLIX XLVIII XLIX XXXII
XLVIII XLIX XLVIII XLVIII XLVIII XLIX XLVIII XLVIII XXXII
XLVIII XLIX XLVIII XLVIII XLVIII XLVIII XLVIII XLIX XXXII
XLVIII XLIX XLVIII XLVIII XLVIII XLIX XLIX XLIX XXXII XLVIII
XLIX XLVIII XLIX XLIX XLVIII XLIX XLVIII XXXII XLVIII XLIX
XLVIII XLIX XLVIII XLVIII XLVIII XLVIII XXXII XLVIII XLVIII
XLIX XLVIII XLVIII XLVIII XLVIII XLVIII XXXII XLVIII XLIX
XLVIII XLVIII XLIX XLIX XLVIII XLIX XXXII XLVIII XLIX XLVIII
XLVIII XLVIII XLVIII XLIX XLVIII XXXII XLVIII XLIX XLVIII
XLVIII XLIX XLIX XLVIII XLIX XXXII XLVIII XLIX XLVIII XLIX
XLVIII XLVIII XLVIII XLVIII XXXII XLVIII XLIX XLVIII XLIX
XLVIII XLVIII XLVIII XLIX XXXII XLVIII XLIX XLVIII XLIX XLIX
XLVIII XLVIII XLIX XXXII XLVIII XLIX XLVIII XLVIII XLIX XLIX
XLVIII XLIX XXXII XLVIII XLIX XLVIII XLIX XLVIII XLIX XLIX
XLIX X
Decimals:
48 49 48 49 48 48 49 49 32 48 49 48 48 48 49 48 48 32 48 49 48 48 49 49 48 49 32 48 49 48 49 49 48 49 48 32 48 49 48 49 48 48 49 49 32 48 49 48 49 48 48 48 49 32 48 49 48 48 48 49 48 48 32 48 48 49 48 48 48 48 48 32 48 49 48 49 48 48 48 48 32 48 49 48 48 48 48 48 49 32 48 49 48 49 48 48 48 49 32 48 49 48 48 48 49 48 49 32 48 49 48 49 49 48 49 48 32 48 48 49 48 48 49 49 49 32 48 49 48 48 48 49 49 48 32 48 48 49 48 48 48 48 48 32 48 49 48 48 49 49 49 49 32 48 49 48 48 49 49 48 49 32 48 49 48 48 48 49 48 48 32 48 49 48 48 48 49 48 48 32 48 49 48 48 49 48 49 49 32 48 48 49 48 48 48 48 48 32 48 49 48 48 49 49 49 49 32 48 49 48 48 49 49 48 49 32 48 49 48 48 48 49 48 48 32 48 49 48 49 48 48 49 49 32 48 49 48 48 48 48 48 49 32 48 48 49 48 48 48 48 48 32 49 48 48 48 48 48 48 48 48 49 48 48 49 49 32 48 48 49 48 48 48 48 48 32 48 49 48 49 48 49 48 48 32 48 49 48 49 48 48 48 49 32 48 48 49 48 48 48 48 48 32 48 49 48 49 48 49 48 48 32 48 49 48 48 49 49 48 49 32 48 49 48 49 49 48 49 48 32 48 49 48 49 48 48 49 49 32 48 49 48 48 48 49 48 49 32 48 48 49 48 48 48 48 48 32 48 49 48 48 49 49 48 49 32 48 49 48 48 48 49 48 48 32 48 49 48 48 48 48 48 49 32 48 49 48 48 48 49 49 49 32 48 49 48 49 49 48 49 48 32 48 49 48 49 48 48 48 48 32 48 48 49 48 48 48 48 48 32 48 49 48 48 49 49 48 49 32 48 49 48 48 48 48 49 48 32 48 49 48 48 49 49 48 49 32 48 49 48 49 48 48 48 48 32 48 49 48 49 48 48 48 49 32 48 49 48 49 49 48 48 49 32 48 49 48 48 49 49 48 49 32 48 49 48 49 48 49 49 49 10
Interpreted as ASCII to get Binary:
01010011 01000100 01001101 01011010 01010011 01010001 01000100 00100000 01010000 01000001 01010001 01000101 01011010 00100111 01000110 00100000 01001111 01001101 01000100 01000100 01001011 00100000 01001111 01001101 01000100 01010011 01000001 00100000 10000000010011 00100000 01010100 01010001 00100000 01010100 01001101 01011010 01010011 01000101 00100000 01001101 01000100 01000001 01000111 01011010 01010000 00100000 01001101 01000010 01001101 01010000 01010001 01011001 01001101 01010111 \n
ASCII:
SDMZSQD PAQEZ’F OMDDK OMDSA — TQ TMZSE MDAGZP MBMPQYMW
Caesar Cipher (Shift +14):
GRANGER DOESN’T CARRY CARGO — HE HANGS AROUND APADEMAK
Note (keybuk): The long binary is the unicode symbol for an ‘en dash’.

Clue to next system: Let’s get Sirius – it’s not tall or green but after setting sail 1,804 years ago this portugese explorer’s settlement sits in a small sedimentary basin, maybe once part of the centralian superbasin.
Answer: Ngalia (Centralian superbasin, Serrao is the explorer, Serrao settlement sits on the planet below Kippax, the only other stations are the Green Enterprise and the Tall Enterprise).

Kippax:

Final message: Congratulations, Commander – you’ve reached the end. You should have everything you need to find us. See you soon.

 

Community Goal: THE EXPLORER WAS LAST SEEN IN SYSTEM PIC TOK HE RETURNS EACH DAY AT THREE PM GMT

codice5

Binary:
I’m too sleepy to type out the binary 😉 can someone pm keybuk on discord with it for later

ASCII:
UIG FYRQPSGW XCX MCXU UJFO NO UDTUGR QKH UQP IG SFVZSOU FBEM ECD BV UITJF RR HOY
Vigenère Cipher (Key: OOPS):
GUR RKCYBERE JNF YNFG FRRA VA FLFGRZ CVP GBX UR ERGHEAF RNPU QNL NG GUERR CZ TZG
Caesar Cipher (Shift +13)
THE EXPLORER WAS LAST SEEN IN SYSTEM PIC TOK HE RETURNS EACH DAY AT THREE PM GMT

Note (keybuk): I decoded this by hand and ended up with a direct cipher of “bbcf”, which the doc previously used as the method. Since this is the same as the two-stage above, and the two stage preserves the “oops” from the CG, I’ve replaced it with this method.

Solution:
Here’s what we know:
● The Red Trader was carrying fish during the incident
● The Asp is Yellow
● A Cobra is due to arrive at 21:00
● The T9 pilot’s route takes them to system Cail
● Dillon never carries cargo
● Someone who wasn’t carrying cargo will arrive in Apademak at
● A trader called Kohl will arrive in Cail at 10.00
● Granger doesn’t carry cargo. He hangs around Apademak

Placing this into a logic grid doesn’t reveal a complete solution; the puzzle missing a third system name, and a second time. The ‘Alpha’ clue ends right where the time should be.

grafico2

PTO.

But solution is possible if we assume that since Granger hangs around Apademak, they are not arriving. This eliminates the need for a third system name, and a third time:

grafico1

Thus we get:
● Dillon will be arriving at Apademak at 21.00 in a Cobra;
● Granger hangs around Apademak in a Yellow Asp;
● Kohl, a Trader, will be arriving at Cail at 10.00 in a Red T9;
● Either Dillon or Granger may be the bounty hunter.

Drew Wagnar explicitly states in a twitch interview that “He does not know who the bounty hunter is,” the sex is not known.

 

Complimenti davvero a tutti quelli che hanno contribuito e risolto l’enigma!

i primi segnali dei Thargoids…

Oggi vi pubblichiamo il resoconto che ci ha gentilmente concesso CMDR Kira Mikamy della Dedalo Corp, in merito ai primi ritrovamenti alieni (Thargoids). Ma andiamo con ordine… già qualche giorno fa avevamo pubblicato parte dell’intervista a Braben che svelava il fatto che sarebbe successo qualcosa di imminente… qui trovate il nostro articolo… e poi? ecco qui cosa è accaduto…

26 Agosto 3302, (o se preferite: data stellare 20160826)

 

Una giornata come le altre, o quasi…
La routine dei CMDRs sparsi nella galassia viene scossa da una notizia piuttosto inquietante, apparsa tra le Galnet News, sembrava infatti che la redazione del giornale avesse ricevuto un messaggio da una fonte non identificata.
L’autore del messaggio affermava di essere a conoscenza della “Verità”, qualcosa di incredibile, qualcosa che tutta la galassia avrebbe dovuto conoscere.
Per arrivare a conoscere i dettagli, ha deciso di “giocare” con noi dandoci come unico indizio questo misterioso messaggio. “La caccia inizierà il 28, ti aspettiamo”.

 

Si pensò ad una bravata di qualche Hacker o ad una trovata pubblicitaria, ma l’intervista rilasciata da David Braben riguardo ai nuovi sviluppi del gioco tolse ogni dubbio, la conferenza venne infatti interrotta da una scena in cui apparivano i detriti di una grossa nave fluttuare nello spazio, assieme a ciò che sembrava una nave -apparentemente non umana- schiantata sul suolo di qualche pianeta, come se non bastasse furono trovate stringhe di codice binario tra i frame del video, tali codici una volta decodificati aggiungevano un nuovo messaggio a quello apparso nelle Galnet: “per trovarci, cerca il cacciatore di taglie, per trovare più informazioni hai bisogno delle Pre Logistic Support, in un sistema con una stella, due cinture di asteroidi e 3 anelli, con abbastanza radiazioni da farti diventare verde..”

 

Io faccio parte di un piccolo gruppo di ricerca della Dedalo Corp Interstellar, che in affiliazione con il gruppo scientifico dei Cannon Interstellar ha seguito le vicende in prima persona dando il nostro contributo per quanto possibile.
Dopo la ricezione di questo messaggio molti scienziati e ricercatori come noi si attivarono per dare un senso a quelle parole, non ci volle molto che il primo comandante segnalò il ritrovamento di un Outpost federale in un sistema disabitato nella nebulosa delle Pleiadi, chiamato, indovinate: Pre Logistic Support Alpha.
Nonostante il ritrovamento in linea con il messaggio criptato, nulla faceva presagire avvenimenti strani, difatti quella stazione si comportava come un normale outpost, senza mostrare attività tra le proprie news o missioni particolari.
Nelle ore seguenti, ci fu un vero e proprio exploit di ritrovamenti, furono trovate altre 5 basi simili alla prima, tutte in sistemi disabitati delle Pleiadi, tutti chiamate Pre Logistic Support e identificate con le lettere dell’alfabeto greco: Alpha, Beta, Delta, Epsilon, Gamma e Zeta.

 

Qualcosa di strano stava capitando e nessuno riusciva a risolvere il rebus, si dovette aspettare fino alla notte del 27 Agosto quando la mia interfaccia di comunicazione inizio a lampeggiare come un albero di Natale, messaggi provenienti dal canale dei Cannon Interstellar.

 

“Ho trovato qualcosa”
“Sembra essere un messaggio in codice, è in binario”

 

Il comandante era attraccato alla stazione Pre Logistic Support Gamma, la stazione sembrava inattiva fino a poche ore prima, ma adesso stava trasmettendo un messaggio in codice..
Subito si associò l’intera faccenda al messaggio apparso durante l’intervista di Braben “cercare qualcosa le cui radiazioni possano farti diventare verde”, che si stia parlando dei raggi Gamma? come il nome della stazione?

 

Decisi di rinviare la partita a Briscola delle 2:30 e salito sulla mia navetta scientifica mi recai immediatamente sul posto. [Nota di CMDR Wolf974: beato te che trovi il tempo di rilassarti… a me tocca tenere a bada le schiave in stiva a 14000Ly da Sol…]

 

Arrivai sul posto con il grosso dei criptoanalisti già in azione, dopo aver convertito il binario in Ascii e dopo aver a sua volta decodificato l’ascii tramite il cifrario atbash, si ottenne una particolare frase: “il commerciante rosso trasportava pesce durante l’incidente”

 

Assieme al codice, un piccolo indovinello dava indizi su dove trovare un altro enigma: “una delle sette, inseguita dal cacciatore, troverai di più al “vetro nero”
La soluzione? Maia! una delle sette stelle delle Pleiadi, inseguita dal cacciatore Orione secondo la mitologia, con una stazione chiama Obsidian Orbital, e l’ossidiana ha l’aspetto di un vetro nero.

Giunti alla Obsidian Orbital ecco presentarsi un nuovo messaggio in codice, questa volta una sequenza di numeri romani, gli ottimi cripto-analisti dei Cannon Interstellar associarono i numeri romani al frasario di Cesare con cui riuscirono ad ottenere un nuovo messaggio, e come precedentemente, con un indovinello annesso su dove trovare il prossimo enigma. [che neanche la settimana enigmistica!]

 

Faremo alla fine un riassunto di tutti i messaggi ricevuti, dalla stazione di Maia si arrivò ad un piccolo sistema (Hip 19072) dove una base chiamata Coopers Research Center trasmetteva in morse altre informazioni, gli enigmi si susseguivano uno dopo l’altro e sembravano non finire.
Da Hip il codice ci porto fino alla Pre Logistic Support Zeta, da li in poi, un susseguirsi di codici e indovinelli, passando per tutte le stazioni Pre Logistic coi loro cifrati fino ad arrivare all’ultima, la stazione Delta.

 

Giunti a Delta, una volta risolto il codice che comunicava, venivano fornite indicazioni su una luna in particolare “la terza luna del nono pianeta”, in cui probabilmente si sarebbe trovato qualcosa, ma la galassia è piena di lune!
Per arrivare alla soluzione, si dovette andare indietro nel tempo, sino al tempo degli egizi e dell’unico Faraone donna della storia: Hatshepsut.
Il messaggio di Delta infatti affermava che avremmo trovato la risposta tra la corte di Hatshepsut, tra i nativi di Nubia (Zona dell’Egitto).

Tra gli ufficiali del faraone, “Nehsi” era natio proprio di quella zona, e Nehsi Landing è il nome di una stazione situata nel sistema Hip 17655, guarda caso proprio nella terza luna del nono pianeta..

 

Giunti a Nehsi Landing, ecco un ennesimo enigma in codice, questa volta si doveva scavare sempre nel passato, un esploratore portoghese di 1804 anni fa, portoghese, noto per alcune esplorazioni nella zona del bacino Australiano..il messaggio aggiungeva anche che non era ne “alto” ne “verde”.
Si scavò un po’ a fondo e si trovò un certo Francisco Serrao, corrispondende alla descrizione, come il precedente sistema si trovò anche una stazione chiamata Serrao, nel sistema Ngalia, assieme a quella stazione ne apparivano altre due “Tall” e “Green” enterprise, ma il messaggio affermava che non era ne alto, ne verde, quindi la stazione era sicuramente quella titolata all’esploratore portoghese, anche se si trova riscontro in una stazione adiacente a quest’ultima, chiamata Kippax.

 

Giunti a Kippax, un messaggio sembrava sancire la fine delle ricerche: Congratulazioni comandante, hai tutto il necessario che ti occorre per trovarci….ci vediamo presto”

 

A cosa si riferisce il messaggio? in ognuna di questa stazioni che abbiamo visitato, era presente un messaggio in codice oltre al suggerimento su dove trovare la prossima meta, una volta decodificati i messaggi erano i seguenti:

 

Kohl, a Trader, will be arriving at Cail at 10.00 in a Red T9;

• Granger hangs around Apademak in a Yellow Asp;

• Dillon will be arriving at Apademak at 21.00 in a Cobra;

• The Explorer was last seen in system Pic Tok he return each day at Three PM GMT

 

Tutto questo è avvenuto nella notte del 27 Agosto, quindi le ore riportate nei messaggi si pensò subito riferite al giorno 28, come il primo messaggio della Galnet riportava riguardo l’inizio della caccia.

 

28 Agosto

 

Arrivati al 28 Agosto, le ricerche fremevano, alle 10 del mattino una grande flotta era nel sistema Cail in attesa di Kohl, il presunto trader.
Tutti si aspettavano di vederlo comparire nel sistema ma il suo unico messaggio fu lasciato in una stazione, sottoforma di Community Goal, senza obiettivi ne Tier da raggiungere, ma con un semplice, ed ennesimo, messaggio in codice Binario.
Questa volta il messaggio faceva riferimento ad un esploratore che alle 3pm di giorni giorno si sarebbe recato nel sistema Pic Tok.

 

Scoccate le 15:00 ecco apparire Dillon nella sua Asp Gialla; propose di dare informazioni in cambio della consegna di tabacco in una certa stazione e dopo qualche ora (e qualche tonnellata), questa volta ci premiò con un messaggio che di nuovo riportava un luogo specifico: faceva riferimento ad un sistema con una stella di classe M, una sola luna “icy” visitabile e nel complesso 10 pianeti in totale, fornendo anche una cifra “34” forse il valore di latitudine o longitudine.)

 

Assieme ai miei colleghi del gruppo di ricerca Dedalo concordammo con l’ipotesi dei Cannon interstellar sul fatto che il sistema in questione potesse essere lo stesso Pic Tok, che coincide con le descrizioni date da Dillon.
Cosi dedicammo diverse ore all’esplorazione planetaria del sistema, che dopo qualche analisi sembrava davvero simile al “background” offerto dalla foto apparsa durante l’intervista di Braben, tentammo diverse combinazioni di latitudine e longitudine usando il numero 34 e il suo contrario 43, passando da -34 a meno -43, le combinazioni erano tantissime, un area incredibilmente vasta.
Sul pianeta era un susseguirsi di ritrovamenti di satelliti precipitati, piccole basi non segnate sulla mappa, droni sentinella, ma niente di alieno.

 

Si dovette attendere fino al 30 Agosto, quando una nuova community goal dava questa volta l’opportunità di trovare davvero qualcosa, il commerciante Kohl era tornato a farsi sentire, con delle pretese anche abbastanza esagerate, ma per la scienza questo e altro:

6 milioni di tonnellate di Narcotici, questo il prezzo del biglietto di sola andata verso il prossimo enigma.
I comandanti risposero all’appello, nel giro di qualche ora Kohl stava sguazzando nei narcotici e ci premio con l’atteso segreto da lui custodito:

 

“La latitudine è -26 e si tratta di una fredda luna, si trova in un Pleaides Sector con le lettere “AB” nel proprio nome”

 

L’intera flotta si mobilitò, imperiali, federali e indipendenti, si cercarono tutti i sistemi che corrispondessero alle descrizioni, dopo una prima cernita, ecco spuntare i primi candidati.
I comandanti iniziarono un intensa attività di ricerca planetaria, non è sicuramente facile trovare qualcosa conoscendone la sola latitudine in una moltitudine di lune.
Passò ancora qualche ora, ma si trovò un candidato perfetto: Pleiades Sector AB-W B2-4.
10 corpi celesti, 1 luna, come diceva Dillon…

 

Decidiamo anche noi di partire alla volta del pianeta, i comandanti continuavano le loro ricerche, dal sistema di comunicazione ad un certo punto una notifica:

 

“ho trovato qualcosa! lat -26.3772 long 97.6982”

 

La trasmissione era disturbata per via del grosso via vai di navi nella zona, cosi decidemmo di recarci sul posto.

Una volta arrivati nelle coordinate indicate, lo scenario fu inquietante.

 

thargoids

 

Pare proprio che i Thargoids siano passati di qua, dopo questo ritrovamento non furono piu segnalati codici o indovinelli, la nave non mostra segni di attività, forse è solo un preludio a qualcosa di piu grosso, che capiterà nel prossimo futuro..

 

Si dovrà aspettare il prossimo consistente aggiornamento di Ottobre alla 2.2 per avere nuove sorprese a riguardo… ma di sicuro la caccia continua! 😉

Intanto cerchiamo di farceli buoni con delle scatolette di nutrimento supplettivo di nostra invenzione! 😀

Decodificato un nuovo messaggio alieno?

Il CMDR Riz@l (che salutiamo) ha ottenuto una risposta dalla Unknown Probe. Queste le sue parole:

“La UP (unknown probe) dopo aver ricevuto il segnale dello Advanced Discovery Scanner si è accesa, ha vibrato ed ha emesso una specie di onda sonora che ha fatto tremare la mia nave, tutti i riquadri dello HUD hanno vibrato e poi si è spento tutto… e la UP ha PARLATO in una lingua strana. HA RISPOSTO.”

Ecco lo spettrogramma dell’onda sonora che la UP ha trasmesso:

Ecco lo spettrogramma dell’onda sonora che la UP ha trasmesso:

Ecco un secondo spettrogramma che conferma il primo.
C’è chiaramente un disegno, forse una mappa.
Ancora si sta discutendo sui possibili significati:

3QLYGBt

Ecco il video pubblicato:

Vi faremo sapere gli ulteriori sviluppi.

Ecco il link al thread originale: https://forums.frontier.co.uk/showthread.php/268667-UAs-Barnacles-other-mysteries-Thread-7-The-Canonn/page289?p=4245782&viewfull=1#post4245782

 

Distant Worlds: Incontro a Sag-A

Era da qualche tempo che non scrivevo delle mie vicissitudini nel ritorno dal viaggio per Distant Worlds.. E, a distanza di qualche mese, sono ancora solo a metà del viaggio di ritorno (me la sono presa comoda con le scansioni)… Ieri tuttavia è stata l’occasione di fare un incontro storico degli SpaceJokers al centro della nostra galassia! Ma andiamo a narrare le vicende con calma e mostrarvi qualche screenshot:

Diario del Commander Wolf974, data stellare 20160622

Ormai ho perso la cognizione del tempo, questo viaggio mi sta sempre più logorando, le mappe astrali finalmente mostrano aree fittamente dense di corpi celesti e le forze gravitazionali sono così intense che inserire una rotta è diventato quasi impossibile per il computer di bordo…. Devo far uso delle mie doti (?!) di pilota per settare una rotta manuale verso il centro della Galassia… ormai unico punto di riferimento percepibile in direzione della bolla civilizzata… da li in poi il viaggio sarebbe stato tutto in discesa.. Ma prima di arrivare a Sag-A ho dovuto attraversare alcuni campi di stelle a neutroni e impercettibili buchi neri.. tanto che ho rischiato spesso microfratture dello scafo! maledette singolarità spazio-temporali! Finalmente a pochi anni luce dal più grande buco nero conosciuto, ricevo un messaggio subspaziale codificato… e cosa che mi stupisce ancora di più è che si tratta del logaritmo di codifica degli Spacejokers! che sia quel maledetto Ferengi del CMDR Nijal? [CMDR Nijal : Ferengi tu sorella..] o qualche miraggio spaziale… la mia mente è sempre più annebbiata dalla solitudine forzata, potrebbe essere solo uno scherzo della mia mente… Sembra tutto troppo bello per essere vero.

Tuttavia mi decido e decodifico il messaggio: arriva proprio da CMDR Nijal, anche lui in arrivo a Sag-A proveniente dalla Terra! quale migliore occasione per parlare con una persona reale e amica?! Traccio la rotta… e se fosse stato un hacker subspaziale a fuorviare il messaggio? mi ritroverei faccia a faccia con qualche pirata a caccia di dati spaziali? Corro il rischio… se le cose si dovessero metter male userò la solita tecnica segreta della scuola Saotome: la fuga!

SagA01

** ** ** ** ** ** ** ** ** ** ** **

Diario del Commander Nijal, data stellare 20160622

…salta scansiona ricarica FSD honk cambia direzione fuel scoop e ancora salta scansiona ricarica FSD honk (pianeta interessante) scansiona salta e salta ancora… Sono circa 7 mesi che sto esplorando la galassia (compreso il disastroso epilogo della mia partecipazione a Distant Worlds) con la mia Asp “Eclipse”. Mi rendo conto che l’esplorazione è una droga.. “troverò un altro Earth like?” “Incontrerò una razza aliena?”.. tutte domande che ormai mi faccio inconsciamente prima di ogni salto. Interrompo la mia solitaria routine solo per ricalibrare i sensori, per riposare nella mia cuccetta e per i pasti. I pasti. No, dico.. li chiamate pasti ? Una brodaglia priva di qualsiasi sapore. La pasta è stracotta.. e insipida. Ho ancora delle scorte di carne surgelata ed ogni tanto mi preparo una bistecca al sangue. Senza avere un barbecue, direte ? Certo, basta un po’ di inventiva: vi piazzate 5 minuti vicino ad una stella, appena al di fuori della zona di fuel scooping. Quando le lamiere della nave sono roventi, basta uscire con la tuta, piazzare la bistecca sulla fusoliera (30 secondi per lato sono sufficienti) e via. Ahh… i piccoli piaceri della vita. Chissà se quel farabutto di Wolf974 è nei paraggi.. provo ad inviare un messaggio codificato.. dopo qualche ora (Wolf è un po’ lento a decifrare i messaggi, tutto quel Centauri Mega Gin gli ha bruciato i neuroni.. [CMDR Wolf974: ma va! io solo Sinthalcol!] ) arriva la risposta: è nei pressi di Sag A. Ma allora incontriamoci !! (magari gli è rimasto dell’alcool da bere…ehm..)

SagA03

Ecco Wolf974, ovviamente a fari spenti (.. per vedere , se poi è tanto difficile schiantarsi contro una meteora…?). [CMDR Wolf974: sono in modalità risparmio energetico: ho dovuto convogliare energia al supporto vitale in stiva per tenere fresco il mio carico di schiave orioniane]

SagA02

SagA06

Qualche selfie d’obbligo, con Sag A sullo sfondo..

SagA05

E poi facciamo un po’ di volo in formazione (ovviamente eravamo ancora sobri).

SagA11

SagA10

SagA08

SagA09

Ed ora, verso quali lidi salperanno i nostri eroi ? Quali mete attendono i nostri impavidi esploratori del cosmo ? Quali prodezze empiranno i loro cuori ?

[CMDR Wolf974:  e ora, dopo questa botta di vita, posso finalmente rientrare e mettermi in rotta verso casa… e, se riesco a tornare tutto d’un pezzo, mi aspetta una lauta ricompensa per la vendita delle mie mappe stellari… peccato che avrò alle calcagna le mie famiglie da sfamare, in particolare le mie mogli disperse nello spazio, sempre pronte a succhiarmi il portafoglio!]

[CMDR Nijal: io sono diretto verso i campi di stelle a Neutroni.. mi hanno detto che l’arrosto cotto ai raggi Gamma è spettacolare…]

 

Uno SRV su una Capital Ship ???

001

Cos’è il Genio?
Per citare un film dei miei tempi (Amici miei atto II): “È fantasia, intuizione, colpo d’occhio e velocità d’esecuzione.”
Forse è proprio da questo che sono stati colpiti i due Commander in questo video (CMDR DrStone e CMDR Aveau).
“Dai, portiamo un SRV a bordo di una capital ship!”

(clicca sulle immagini per ingrandirle)

002

003

Come ? hanno usato un ascensore a dir poco insolito..
Buona visione.

Distant Worlds: la route 33 e… rotta verso la Terra!

Rieccoci a parlare delle nostre (dis)avventure con Elite Dangerous e l’eplorazione dello spazio profondo. Ormai la spedizione iniziata mesi fa per Distant Worlds è ultimata e tutti gli esploratori sono alle prese col viaggio di ritorno nella speranza di tornare tutti d’un pezzo per vendere milioni di crediti di dati di esplorazione… e magari mettere la bandierina col proprio nome su alcuni astri.

Per quanto mi riguarda ho deciso di rientrare usando una tratta più diretta rispetto all’andata: in pratica invece di tornare indietro sulla tratta prevista da Distant Worlds, che va a seguire l’ultimo braccio della spirale della nostra galassia in modo da rimanere su tratte dense di stelle; si va quasi diretti attraversando il tratto finale del braccio… Ciò è possibile avendo una nave con un salto iperspaziale abbastanza ampio (io viaggio con una capacità di salto di 34,4 Ly a pieno carico, ma è fattibile anche con “soli” 33Ly).

route33

Questa tratta è stata tracciata dai primi esploratori in questo settore e passa per un sistema rinominato Podar (dove è avvenuto tempo fa un rendez-vois di alcuni esploratori) e per poi affrontare la Route 33 (chiamata così proprio per il salto necessario da 33 Ly).

il mio arrivo sulla luna di Podar e la visuale sul suo pianeta tipo Terra ma con tanto di anelli (appena visibili)

il mio arrivo sulla luna di Podar e la visuale sul suo pianeta tipo Terra ma con tanto di anelli (appena visibili)

Per praticità vi riporto i sistemi incontrati in modo che sia più facile ritrovare il percorso (in questa zona è facile perdersi)… Le stesse informazioni sono reperibili sul Forum Frontier ma da fonti diverse, e leggendo più Post separati.

Inanzitutto bisogna affrontare il tratto di ritorno che va da Beagle Point alla route 33 così come riportata dal buon CMDR Floc (nostro concittadino italiano, qui l’articolo originale):

(si parte dal fondo)

Syriae Thaa PJ-I d9-1 – Route 33 access
Syriae Thaa KK-N c20-0
Syriae Thaa AW-Y b41-0
Syriae Thaa OQ-L c21-0
Syriae Thaa EC-X b42-0
Syriae Thaa QL-L c21-1
Syriae Thaa LD-V b43-0
Syriae Thaa OO-T b44-0
Syriae Thaa QJ-T b44-0
Syriae Thaa TU-R b45-0
Syriae Thaa XA-Q b46-0
Syriae Thaa YV-P b46-0
Syriae Thaa ZX-H c23-1
Syriae Thaa II-M b48-0
Syriae Thaa EE-G c24-1
Syriae Thaa NO-K b49-0
Syriae Thaa RU-I b50-0
Syriae Thaa CC-D d12-9
Syriae Thaa VA-H b51-0
Syriae Thaa AH-F b52-0
Syriae Thaa EN-D b53-0
Syriae Thaa IT-B b54-0
Syriae Thaa MZ-Z b54-0
Syriae Thaa VC-Z c27-0
Syriae Thaa QF-Y b55-0
Syriae Thaa VL-W b56-0
Syriae Thaa ZR-U b57-0
Syriae Thaa DY-S b58-0
Syriae Thaa BD-T b58-0
Myeia Thaa JF-A b0
Myeia Thaa NL-Y b0
Myeia Thaa MQ-Y b0
Myeia Thaa IL-Y c0
Myeia Thaa UC-V b2-0
Myeia Thaa MR-W c1-0
Myeia Thaa AE-T b3-0
Myeia Thaa GF-R b4-0
Myeia Thaa KL-P b5-0
Myeia Thaa PR-N b6-0
Myeia Thaa HG-Y d5
Myeia Thaa VD-T c3-0
Myeia Thaa QH-M b7-0
Myeia Thaa UN-K b8-0
Myeia Thaa VN-K b8-0
Myeia Thaa XY-S c3-1
Myeia Thaa BP-I b9-0
Myeia Thaa DK-I b9-0
Myeia Thaa LM-W d1-1
Myeia Thaa HQ-G b10-0
Myeia Thaa KB-F b11-0
Myeia Thaa OH-D b12-0
Myeia Thaa SN-B b13-0
Myeia Thaa WT-Z b13-0
Myeia Thaa AA-Y b14-0
Myeia Thaa BA-Y b14-0
Myeia Thaa OX-L c7-1
Myeia Thaa PX-L c7-1
Myeia Thaa KM-U b16-0
Myeia Thaa TD-K c8-1
Myeia Thaa UY-S d3-7
Myeia Thaa YE-R d4-5
Myeia Thaa WE-P b19-0
Myeia Thaa YZ-O b19-0
Myeia Thaa CG-N b20-0
Myeia Thaa FR-L b21-0
Myeia Thaa HM-L b21-0
Myeia Thaa ZE-R d4-3
Myeia Thaa ZE-R D4-0 – Podar
Ceeckaea JG-F c14-1
Ceeckaea NM-D c15-0
Ceeckaea RS-B C16-0
Ceeckaea BL-K b42-0
Ceeckaea GR-I B43-0
Ceeckaea NC-T C20-0
Ceeckia ZC-F b45-0
Ceeckia QJ-P c22-0
Ceeckia UP-N c23-0
Ceeckia XM-H d11-1
Ceeckia WK-N c23-0
Ceeckia WM-H D11-1
Ceeckia ZQ-L C24-0 – Beagle Point

Dopo di chè si può affrontare la famosa Route 33 (qui sotto) tracciata da CMDR Stulli: qui invece si parte dall’alto in basso…ATTENZIONE: il primo numero è solo una sequenza mentre l’ultimo numero decimale è la distanza tra i sistemi. Se avete una nave con del Jumponium (materiale che si può sintetizzare dal vostro SRV se avete i materiale di base necessari), potrete raggiungere un noto punto di interesse chiamato “The distant view in blue“: una piccola nebulosa blu molto suggestiva…che, purtroppo per me che non potevo arrivarci, si trova a 40Ly quando siete a metà della Route 33. Le sue coordinate sono il sistema Pyrie Eurk QX-U e2-0.

La piccola Nebulosa blu che racchiude al suo interno un buco nero

La piccola Nebulosa blu che racchiude al suo interno un buco nero

1 Syriae Thaa PJ-I d9-1 30.2
2 Syriae Thaa PD-E b39-0 33.0
3 Syriae Thaa HE-P c19-1 28.1
4 Syriae Thaa FT-Q c18-2 30.7
5 Syriae Thaa EY-Q c18-1 30.0
6 Syriae Thaa GL-J b36-0 33.2
7 Syriae Thaa CK-L b35-0 13.6
8 Syriae Thaa XL-U c16-0 32.2
9 Syriae Thaa MD-K d8-8 30.0
10 Syriae Thaa UM-Q b32-0 31.5
11 Syriae Thaa WA-W c15-1 21.5
12 Syriae Thaa NA-U b30-0 22.5
13 Syriae Thaa JU-V b29-0 31.0
14 Syriae Thaa GO-X b28-0 33.0
15 Syriae Thaa EI-Z b27-0 32.1
16 Syriae Thaa GR-N d6-8 30.5
17 Syriae Thaa GR-N d6-4 32.1
18 Syriae Thaa UP-E b25-0 32.0
19 Syriae Thaa TE-G b24-0 33.2
20 Syriae Thaa CL-P d5-8 33.2
21 Syriae Thaa DL-P d5-3 32.0
22 Syriae Thaa ZE-R d4-7 32.3
23 Syriae Thaa ZJ-I c9-1 17.5
24 Syriae Thaa AF-P b19-0 25.3
25 Syriae Thaa XY-Q b18-0 23.8
26 Syriae Thaa VN-S b17-0 30.1
27 Syriae Thaa LG-W b15-0 32.5
28 Syriae Thaa HA-Y b14-0 31.7
29 Syriae Thaa SS-U d2-7 28.3
30 Syriae Thaa SS-U d2-3 27.3
31 Syriae Thaa NW-N c6-1 31.8
32 Syriae Thaa LL-P c5-1 26.2
33 Syriae Thaa LL-P c5-0 31.3
34 Streau Eop KI-Z d1-5 28.1
35 Syriae Thaa IF-R c4-1 22.3
36 Syriae Thaa EZ-S c3-0 25.4
37 Syriae Thaa KY-L b7-0 30.4
38 Syriae Thaa LY-L b7-0 30.9
39 Syriae Thaa EM-P b5-0 27.2
40 Syriae Thaa LG-Y d2 30.6
41 Syriae Thaa AG-R b4-0 14.5
42 Syriae Thaa WZ-S b3-0 27.4
43 Syriae Thaa IA-A d6 17.8
44 Syriae Thaa PN-W b1-0 32.9
45 Syriae Thaa LH-Y b0 22.3
46 Syriae Thaa IA-A d3 24.6
47 Pyrie Eurk KJ-X c28-0 28.0
48 Pyrie Eurk IO-X c28-0 24.5
49 Pyrie Eurk DI-Z c27-0 29.3
50 Pyrie Eurk FD-Z c27-0 27.0
51 Pyrie Eurk LI-B d13-3 33.2
52 Pyrie Eurk ZB-B c27-0 30.6
53 Pyrie Eurk LI-B d13-1 29.0
54 Pyrie Eurk LI-B d13-0 16.6
55 Pyrie Eurk WQ-C c26-0 32.2
56 Pyra Drye IH-K c25-0 21.9
57 Pyra Drye DY-F d12-1 27.7
58 Pyra Drye EB-M c24-0 20.6
59 Pyra Drye JH-K c25-0 20.8
60 Pyra Drye HW-L c24-0 23.8
61 Pyra Drye DY-F d12-4 31.6
62 Pyra Drye CQ-N c23-0 32.4
63 Pyra Drye DQ-N c23-0 17.9
64 Pyra Drye ZR-H d11-3 27.9
65 Pyra Drye ZJ-P c22-0 32.0
66 Pyra Drye CV-N c23-0 26.9
67 Pyra Drye YO-P c22-0 16.7
68 Pyra Drye DV-N c23-0 31.4
69 Pyra Drye ZO-P c22-0 30.8
70 Pyra Drye BK-P c22-0 31.5
71 Pyra Drye BS-H d11-0 28.0
72 Pyra Drye CK-P c22-0 24.3
73 Pyra Drye YD-R c21-0 31.3
74 Pyra Drye XL-J d10-4 24.8
75 Pyra Drye WI-R c21-0 30.0
76 Pyrie Eurk GM-L c21-0 32.4
77 Pyrie Eurk BQ-G d10-0 31.0
78 Pyrie Eurk DG-N c20-0 25.6
79 Pyrie Eurk XJ-I d9-0 14.2
80 Pyrie Eurk XJ-I d9-1 31.3
81 Pyrie Eurk AA-P c19-1 18.3
82 Pyrie Eurk YJ-I d9-3 31.8
83 Pyrie Eurk ZE-R e4-0 25.2
84 Pyra Drye IK-Y c17-0 32.8
85 Pyrie Eurk TN-S c17-0 29.5
86 Pyrie Eurk UD-K d8-4 25.4
87 Pyrie Eurk UN-S c17-0 27.1
88 Pyrie Eurk VD-K d8-2 32.5
89 Pyrie Eurk UD-K d8-1 28.7
90 Pyrie Eurk QH-U c16-0 26.9
91 Pyrie Eurk QX-L d7-5 33.3
92 Pyrie Eurk LB-W c15-0 17.9
93 Pyrie Eurk SW-T b30-0 31.1
94 Pyra Drye IN-Q d6-2 16.6
95 Pyra Drye IN-Q d6-3 30.6
96 Pyra Drye IN-Q d6-1 32.2
97 Pyra Drye UL-F c14-0 20.0
98 Pyra Drye WG-F c14-0 29.9
99 Pyra Drye SA-H c13-0 31.5
100 Pyra Drye JN-Q d6-0 23.1
101 Pyra Drye FH-S d5-2 25.3
102 Pyra Drye OU-I c12-0 31.2
103 Pyra Drye NU-I c12-0 26.5
104 Pyra Drye LZ-I c12-0 30.5
105 Pyrie Eurk WC-D c12-0 12.4
106 Pyrie Eurk JL-P d5-2 32.8
107 Pyrie Eurk SW-E c11-0 21.4
108 Pyrie Eurk MV-G c10-0 32.7
109 Pyrie Eurk RB-F c11-0 31.3
110 Pyrie Eurk FF-R d4-5 30.0
111 Pyrie Eurk NV-G c10-0 32.6
112 Pyrie Eurk OV-G c10-0 26.2
113 Pyrie Eurk FF-R d4-1 15.5
114 Pyrie Eurk FF-R d4-4 28.5
115 Pyrie Eurk HE-K c8-0 29.9
116 Pyrie Eurk BZ-S d3-1 20.0
117 Pyrie Eurk DY-L c7-0 32.5
118 Pyrie Eurk BD-M c7-0 24.9
119 Pyrie Eurk XW-N c6-0 29.9
120 Pyrie Eurk XS-U d2-2 30.2
121 Pyrie Eurk XS-U d2-3 31.2
122 Pyrie Eurk TM-W d1-3 31.2
123 Pyrie Eurk SQ-P c5-0 17.9
124 Pyrie Eurk PF-R c4-0 31.6
125 Pyrie Eurk TM-W d1-1 29.5
126 Pyrie Eurk MZ-S c3-0 28.6
127 Pyrie Eurk NZ-S c3-0 30.6
128 Pyra Drye LC-B d1-2 28.8
129 Pyra Drye XF-B b6-0 28.5
130 Pyra Drye UZ-C b5-0 22.4
131 Pyra Drye VZ-C b5-0 8.9
132 Pyra Drye RT-E b4-0 28.7
133 Pyra Drye NN-G b3-0 31.1
134 Pyra Drye JH-I b2-0 19.5
135 Pyra Drye KH-I b2-0 25.3
136 Pyra Drye LH-I b2-0 30.0
137 Pyra Drye MH-I b2-0 14.1
138 Pyra Drye JB-K b1-0 22.8
139 Pyra Drye KB-K b1-0 21.3
140 Pyra Drye LB-K b1-0 23.9
141 Pyra Drye MB-K b1-0 15.4
142 Pyra Drye JW-C d2 23.3
143 Pyra Drye JW-C d1 16.1
144 Pyra Drye KW-C d3 18.3
145 Pyra Drye OB-K b1-0 23.5
146 Pyra Drye TH-I b2-0 18.1
147 Pyra Drye PB-K b1-0 18.4
148 Pyra Drye UH-I b2-0 25.0
149 Pyra Drye ZN-G b3-0 22.1
150 Pyra Drye AZ-D c1-0 31.4
151 Pyra Drye LW-C d0 22.4
152 Pyra Drye ZD-E c1-0 27.0
153 Pyra Drye LW-C d1 24.6
154 Cheia Drye IT-E b59-0 30.9
155 Nuwo QW-F c0 27.9
156 Chua Dryiae ZQ-E b59-0 27.0
157 Chua Dryiae WK-G b58-0 21.9
158 Chua Dryiae TE-I b57-0 28.2
159 Chua Dryiae EK-C d14-1 26.3
160 Chua Dryiae RY-J b56-0 20.9
161 Chua Dryiae SY-J b56-0 21.1
162 Chua Dryiae TY-J b56-0 22.2
163 Chua Dryiae UY-J b56-0 31.0
164 Chua Dryiae RS-L b55-0 25.7
165 Chua Dryiae OM-N b54-0 30.7
166 Chua Dryiae TS-L b55-0 28.2
167 Chua Dryiae RM-N b54-0 31.6
168 Chua Dryiae OG-P b53-0 22.5
169 Chua Dryiae PG-P b53-0 26.0
170 Chua Dryiae QG-P b53-0 21.6
171 Chua Dryiae NA-R b52-0 27.5
172 Chua Dryiae OA-R b52-0 21.4
173 Chua Dryiae PA-R b52-0 25.3
174 Chua Dryiae MU-S b51-0 28.1
175 Chua Dryiae EI-W b49-0 32.4
176 Chua Dryiae FI-W b49-0 25.4
177 Chua Dryiae CC-Y b48-0 11.3
178 Chua Dryiae DC-Y b48-0 28.4
179 Chua Dryiae XR-H d11-0 24.7
180 Chua Dryiae WP-B b47-0 27.5
181 Chua Dryiae TJ-D b46-0 28.2
182 Chua Dryiae LX-G b44-0 31.6
183 Chua Dryiae HR-I b43-0 31.4
184 Chua Dryiae EL-K b42-0 29.8
185 Chua Dryiae BF-M b41-0 26.2
186 Chua Dryiae YY-N b40-0 29.6
187 Chua Dryiae QM-R b38-0 25.8
188 Chua Dryiae MG-T b37-0 32.2
189 Chua Dryiae IA-V b36-0 24.8
190 Chua Dryiae EU-W b35-0 22.9
191 Chua Dryiae AO-Y b34-0 29.3
192 Chua Dryiae XH-A b34-0 24.9
193 Chua Dryiae UB-C b33-0 30.5
194 Chua Dryiae LP-F b31-0 27.4
195 Chua Dryiae QV-D b32-0 24.3
196 Chua Dryiae JT-O d7-1 32.7
197 Syneayoi BV-X c14-0 30.8
198 Syneayoi AA-Y c14-0 19.0
199 Syneayoi CV-X c14-0 25.3
200 Syneayoi BA-Y c14-0 31.7
201 Syneayoi KR-N d6-4 26.3
202 Syneayoi YT-Z c13-0 21.1
203 Syneayoi LR-N d6-2 31.8
204 Syneayoi LR-N d6-4 27.9
205 Syneayoi LR-N d6-0 30.5
206 Syneayoi HL-P d5-3 16.9
207 Syneayoi SC-D c12-0 32.1
208 Syneayoi RH-D c12-0 28.3
209 Syneayoi HL-P d5-1 20.3
210 Syneayoi HL-P d5-0 21.2
211 Syneayoi DF-R d4-3 29.3
212 Syneayoi QW-E c11-0 17.1
213 Syneayoi IL-P d5-0 31.9
214 Syneayoi RW-E c11-0 33.2
215 Syneayoi EF-R d4-3 28.7
216 Chua Dryiae EN-M c10-0 21.1
217 Chua Dryiae BB-U d4-1 25.5
218 Chua Dryiae SM-V b22-0 21.2
219 Chua Dryiae TM-V b22-0 22.6
220 Chua Dryiae QG-X b21-0 26.6
221 Chua Dryiae MA-Z b20-0 30.9
222 Chua Dryiae JU-A b20-0 30.6
223 Chua Dryiae GO-C b19-0 15.9
224 Chua Dryiae HO-C b19-0 21.6
225 Chua Dryiae EI-E b18-0 32.1
226 Chua Dryiae FI-E b18-0 29.0
227 Chua Dryiae XV-H b16-0 16.5
228 Chua Dryiae YV-H b16-0 30.2
229 Chua Dryiae VP-J b15-0 27.1
230 Chua Dryiae SJ-L b14-0 19.4
231 Chua Dryiae OD-N b13-0 29.7
232 Chua Dryiae QI-V c5-0 26.6
233 Chua Dryiae PI-V c5-0 26.7
234 Chua Dryiae LC-X c4-0 24.4
235 Syneayoi VF-R c4-0 19.7
236 Syneayoi WF-R c4-0 32.9
237 Syneayoi WM-W d1-4 32.0
238 Syneayoi SG-Y d2 31.6
239 Syneayoi YG-R b4-0 28.2
240 Syneayoi UA-T b3-0 23.6
241 Syneayoi RU-U b2-0 33.0
242 Syneayoi HH-Y c0 26.1
243 Chua Dryiae YR-U a2-0 30.8
244 Syneayoi EC-A b0 23.6
245 Pyria Thua XZ-S b58-0 31.7
246 Pyria Thua WO-Z d13-5 30.3
247 Pyria Thua SD-Z c27-0 31.9
248 Pyroo Eohn EU-G c27-0 22.7
249 Pyria Thua OX-A c27-0 24.3
250 Pyria Thua KR-C c26-1 25.5
251 Pyria Thua GL-E c25-0 29.1
252 Pyria Thua GL-E c25-1 33.1
253 Pyroo Eohn KY-F d12-1 26.1
254 Pyroo Eohn RB-M c24-0 20.2
255 Pyroo Eohn WH-K c25-0 32.7
256 Pyroo Eohn KY-F d12-3 26.1
257 Pyroo Eohn YC-K c25-0 25.5
258 Pyroo Eohn JY-F d12-1 30.5
259 Pyroo Eohn UW-L c24-0 31.1
260 Pyroo Eohn PQ-N c23-0 29.0
261 Pyroo Eohn LK-P c22-0 28.4
262 Pyroo Eohn MK-P c22-0 33.0
263 Pyroo Eohn BM-J d10-3 33.0
264 Pyroo Eohn BM-J d10-1 29.3
265 Pyroo Eohn HM-K b42-0 32.4
266 Pyroo Eohn ZZ-N b40-0 23.2
267 Pyroo Eohn VT-P b39-0 31.0
268 Pyroo Eohn SN-R b38-0 25.4
269 Pyroo Eohn NH-T b37-0 30.1
270 Pyroo Eohn KB-V b36-0 31.4
271 Pyroo Eohn CP-Y b34-0 19.6
272 Pyroo Eohn DP-Y b34-0 17.9
273 Pyroo Eohn ZI-A b34-0 32.3
274 Pyroo Eohn KT-B c16-0 28.5
275 Pyroo Eohn LQ-F b31-0 33.3
276 Pyroo Eohn IK-H b30-0 25.0
277 Pyroo Eohn EE-J b29-0 17.7
278 Pyroo Eohn AY-K b28-0 19.4
279 Pyroo Eohn BY-K b28-0 27.1
280 Pyroo Eohn WR-M b27-0 28.9
281 Pyroo Eohn XA-H c13-0 19.5
282 Pyroo Eohn NF-Q b25-0 19.7
283 Pyroo Eohn JZ-R b24-0 31.0
284 Pyroo Eohn BN-V b22-0 31.8
285 Pyroo Eohn XG-X b21-0 31.6
286 Pyroo Eohn VA-Z b20-0 29.2
287 Pyroo Eohn RU-A b20-0 31.5
288 Pyroo Eohn NO-C b19-0 14.2
289 Pyroo Eohn MO-C b19-0 22.7
290 Pyroo Eohn LO-C b19-0 21.8
291 Pyroo Eohn KO-C b19-0 32.8
292 Pyria Thua PK-I c9-0 31.0
293 Pyria Thua DZ-S d3-2 29.1
294 Pyria Thua LE-K c8-0 24.6
295 Pyroo Eohn ZU-V d3-2 18.0
296 Pyroo Eohn XU-R c7-0 29.2
297 Pyroo Eohn VO-X d2-2 32.6
298 Pyroo Eohn MD-N b13-0 29.4
299 Pyroo Eohn ER-Q b11-0 22.5
300 Pyroo Eohn AL-S b10-0 25.8
301 Pyroo Eohn WE-U b9-0 29.9
302 Pyroo Eohn SY-V b8-0 29.5
303 Pyroo Eohn KM-Z b6-0 23.3
304 Pyroo Eohn GG-B b6-0 27.0
305 Pyroo Eohn NC-B d1-2 25.8
306 Pyroo Eohn ZT-E b4-0 27.4
307 Pyroo Eohn VN-G b3-0 31.1
308 Pyroo Eohn QH-I b2-0 24.2
309 Pyroo Eohn LB-K b1-0 20.1
310 Pyroo Eohn JW-C d2 16.1
311 Pyroo Eohn JW-C d1 31.2
312 Chua Eohn RK-C d14-3 25.0
313 Chua Eohn GA-F c28-0 30.5
314 Cho Thua QD-Z c27-0 10.1
315 Cho Thua VO-Z d13-1 20.5
316 Chua Eohn CU-G c27-0 24.0
317 Cho Thua MX-A c27-0 27.9
318 Chua Eohn YN-I c26-0 29.7
319 Cho Thua MC-H b51-0 29.7
320 Cho Thua IW-I b50-0 32.7
321 Cho Thua AK-M b48-0 16.1
322 Cho Thua BK-M b48-0 20.5
323 Cho Thua XD-O b47-0 24.9
324 Cho Thua XY-H c23-0 32.1
325 Cho Thua TS-J c22-0 32.0
326 Cho Thua HF-V b43-0 27.8
327 Cho Thua DZ-W b42-0 26.5
328 Cho Thua FQ-G d10-5 28.6
329 Cho Thua FQ-G d10-1 30.8
330 Cho Thua NL-C b40-0 25.8
331 Cho Thua JF-E b39-0 29.9
332 Cho Thua BU-Q c18-0 26.4
333 Cho Thua AK-I d9-4 30.3
334 Cho Thua VS-S c17-1 30.5
335 Cho Thua WD-K d8-3 32.6
336 Cho Thua JZ-O b33-0 28.4
337 Cho Thua PB-W c15-1 24.4
338 Cho Thua OG-W c15-0 26.1
339 Cho Thua WL-U b30-0 16.6
340 Cho Thua SF-W b29-0

il Sole da Podar è così distante...

il Sole da Podar è così distante…

Distant Worlds: il mio arrivo a Beagle Point…

Finalmente dopo 4 mesi di navigazione anche io ho messo la mia bandierina di arrivo al punto più lontano della nostra Galassia rispetto al nostro sole, denominato Beagle Point (per gli amici Bigul point!)… siamo a più di 65000 anni luce dal Sole secondo la Galaxy Map di Elite Dangerous.

Il tutto è stato documentato e comprovato sul sito Frontier dove è stato inserito l’elenco dei Commanders che hanno con successo portato a termine la missione. In questo modo teniamo alto il nome degli SpaceJokers… visto che il malcapitato CMDR Nijal, dopo la sua disavventura, è dovuto ripartire da capo (e secondo i maligni non arriverà mai a destinazione! anzi quasi quasi lo sperono su una rotta di intercettazione mentre rientro…! ma mi raccomando non diteglielo!) (CMDR Nijal… provaci!!)… Ma con ordine ed ecco qui di seguito il mio resoconto dettagliato.

il nostro Sole è così lontano...

il nostro Sole è così lontano…

Diario del Capitano, data stellare 20160415,

Non mi sembra vero… forse è solo un miraggio! ma la rotta verso l’ignoto e la profondità del cosmo mi ha portato all’ultimo sistema dove i nostri motori possono portarci… l’agognato Beagle Point… purtroppo sono in ritardo sul piano di volo e il vuoto attorno a me è talmente assoluto che è già tempo di fare i bagagli e ripartire… un’altra giornata qui mi farebbe impazzire completamente… già questo lungo viaggio ha stremato le mie forze, soprattutto mentali. Giusto il tempo di atterrare nella landa del pianeta più vicino designata dagli esploratori come punto di incontro… e toh… c’è una nave ad aspettarmi.. speravo di fare quattro chiacchere con un essere umano in carne e ossa e invece la nave è completamente vuota… o il suo conducente è morto: ci potrebbe essere stata una falla nello scafo e una fuga di ossigeno… purtroppo in assenza del mio modulo terrestre di eplorazione (n.d. SRV) non mi è possibile in alcun modo avvicinarmi a terra alla nave per aiutarlo.. .così mi limito ad atterrare nei pressi e aprire i canali di comunicazione… nessuna risposta! tutto tace…. Non mi resta che augurargli buona fortuna e tornare a “parlare” con le schiave in stiva per tenermi sveglio e attivo! 

E’ quindi già ora di fare i bagagli e ripartire: il computer di bordo (KITT) mi ha appena segnalato dei residui di salto iperspaziale che tracciano una nuova rotta per il rientro verso il centro della Galassia… In questo modo dovrei accorciare i tempi evitando di ripetere la rotta che gira attorno all’ultima spirale della Galassia. Intercettando i canali di comunicazione di alcuni esploratori (le mie origini di pirata non mentono!) si parla di una fantomatica Route 33… ma per arrivarci bisogna tracciare delle rotte manualmente… Per fortuna KITT non mi abbandona neanche qui e riesco a trovare le rotte necessarie per rimettermi in viaggio… Destinazione denominata Podar e una strana mini nebulosa blu creata forse dall’epslosione di un buco nero… Molto strano in questa area dello spazio… meglio darci un occhio sul rientro… Chiudo.

Stay tuned SpaceJokers and fly safe! (segue qualche screenshot relativo alla spedizione)

finalmente l'ultimo salto verso la meta della nostra "gita"...

finalmente l’ultimo salto verso la meta della nostra “gita”…

Ceeckia ZQ-L c24-0_3 Ceeckia ZQ-L c24-0_4 Ceeckia ZQ-L c24-0_5

Ceeckia ZQ-L c24-0_6

la via lattea vista dal pianeta più lontano della Galassia…

l'unico superstite (forse perché non risponde...) alla spedizione per Distant worlds...

l’unico superstite (forse perché non risponde…) alla spedizione per Distant worlds…

Distant Worlds: ci siamo anche noi…

Rieccomi dopo un assenza forzata causa intereferenze spazio temporali che mi hanno portato lontano da questi lidi… Per fortuna un po’ di tempo per giocare a Elite Dangerous mi è ancora rimasto… e volevo rimettermi in pari con la descrizioni di eventi legati alla mia spedizione per Distant Worlds…:

Diario del Capitano, data stellare 20160405,

finalmente sono quasi giunto a destinazione, poche migliaia di anni luce mi separano dai confini della Galassia conosciuta.. e mi sono appena lasciato alle spalle l’ultimo ritrovo usato dagli altri esploratori per farsi coraggio e sentirsi un po meno soli.. ( N.d. Waypoint 22, Sistema: CHEAE EURL AA-A E0, pianeta 7) Al mio arrivo purtroppo nessuno era ormai in zona poichè il mio viaggio è stato rallentato da una quasi distruzione dello scafo che mi ha costretto a fare rientro alla base spaziale più vicina… (N.d. la spiegazione di questo evento è stata descritta qui…)

Ma andiamo con ordine…: Dopo quella terribile avventura sono ripartito con le migliori speranze tuttavia il gruppo di esploratori era ormai lontano, tanto valeva prendersela con comoda e affrontare il vuoto là fuori con una buona dose di speranza, buona musica, alcool e qualche schiava nella stiva di carico… d’altronde il viaggio sarebbe stato lungo e a tratti noioso, valeva la pena portarsi dietro qualche genere “di prima necessità!”.

Per fortuna ogni tanto qualche sistema stellare o alcune nebulose offrivano uno spettacolo tale da scuotere la mia attenzione quasi sopita dal buio cosmico… Certo è che la mia sanità mentale è stata messa a dura prova da questo viaggio… e ora che sono quasi giunto al termine del viaggio di andata (non oso immaginare il ritorno), dopo mesi di navigazione in solitaria, mi sento di nuovo in grado di scrivere qualcosa di sensato… Se lo avessi fatto prima forse avrei rischiato di schiantarmi sulla prima stella senza neanche accorgermene da quanto fossi anestetizzato dal lungo viaggio..

I sistemi della nave hanno retto bene questi messi di attività intensa e nonostante qualche lieve incidente di percorso e qualche surriscaldamento dovuto a buchi neri e stelle a neutroni, sono ancora con lo scafo al 96% di integrità strutturale e i motori al 95% di efficienza.. speriamo che basti per affrontare l’ultimo tratto che si prospetta tra i più difficili fino ad ora incontrati.. il timore è quello di ritrovarsi in aree così rarefatte della galassia dove il salto iperspaziale non possa arrivare… facendomi così rimanere a vagare nel nulla… In fondo sono a 60000 anni luce dal Sole, ai bordi della spirale galattica… e nessuna forma di vita nei paraggi (ma forse è meglio così…)

Mi metto ora a riposare prima di intraprendere l’ultimo tratto verso Beagle Point… pare che nel mio ponte ologrammi sia registrato un classico del cinema pre-curvatura… lo chiamavano Star Trek… chissà come gli antichi umani immaginavano il futuro… 🙂

a presto SpaceJokers, vi lascio con qualche screenshot dei passati Waypoint… stay tuned!

Athaip CR-C b55-4 (20160225-215021) - Copy Athaip DW-N e6-3063 (20160225-215120) - Copy Blaa Hypai XV-U b19-0 (20160213-141333) - Copy Byeia Euq OY-D b53-12 (20160209-203554) - Copy Cheae Eurl AA-A e0 (20160403-190106) - Copy Cheae Eurl AA-A e0 (20160403-190541) - Copy Dryaa Pri OH-R c6-3433 (20160223-204929) - Copy Dryao Chrea VH-Q b48-61 (20160302-215336) - Copy Dryao Chrea VU-P e5-7481 (20160302-215517) - Copy Dryao Chrea VU-P e5-7481 (20160302-215558) - Copy Eok Gree CN-M c23-3232 (20160303-210449) - Copy Eok Gree PO-T c19-1574 (20160303-190607) Eok Gree TO-Q e5-3167 (20160303-210651) Eorld Byoe BI-Q d6-989 (20160302-231633) Eos Chrea NS-U c2-2546 (20160229-224645) Greae Phio QW-H c11-269 (20160218-221940) Greae Phio WY-T c18-293 (20160218-223829) Greeroi JI-Q d6-0 (20160314-214925) Greeroi XG-G c13-0 (20160314-214024) Gria Hypue LU-M b51-4 (20160215-223901) Hypuae Briae HH-C d13-173 (20160309-225629) Hypuae Briae HH-C d13-173 (20160309-225638) Leamuae KM-V e2-3520 (20160222-223206) Lysoorb MQ-C b40-1 (20160209-220356) Myriesly YQ-P c5-1054 (20160226-232633) Qautheia BA-A e0 (20160329-223426)

 

ED: Distant Worlds. Morte nello spazio

Dopo l’emozionante visita a Sag A, al centro della galassia, è ora di ripartire verso l’orlo esterno.

1_0659

Continuo ad effettuare diagnostiche di sistema, tutti i moduli sono in condizioni accettabili e comunque nominali. Mi preoccupa comunque l’errore riscontrato in precedenza: se la diagnostica non dovesse funzionare, tutti i miei sforzi di interpretare i messaggi di errore del computer sarebbero vani e porterebbero a gravi conseguenze.

2_0660

La mia destinazione, laggiù, lontano.. una piccola nebulosa.

3_0661

Ancora una volta mi fermo affascinato ad immagazzinare carburante e ad ammirare questa stella doppia..

9_0667

..per poi proseguire. E’ incredibile come passi lento il tempo nello spazio. O forse è solo la mente che cerca di conciliare le enormi distanze percorse così alla svelta.

10_0668

11_0669

Ecco il waypoint 13

12_0670

13_0671

14_0673

Il punto di attracco è in cima a quel picco. Ogni tanto mi sembra di sentire un tremito nella struttura della nave.. come un brivido. Al mio ritorno dovrò far controllare bene gli accoppiamenti e le giunture, saldatura per saldatura.

15_0674

..e mentre mi sto preparando per l’atterraggio..

accade la fine..

così in fretta che il mio sguardo resta fisso ad osservare la montagna che si avvicina sempre più
così in fretta che non riesco neanche ad eseguire una singola procedura di emergenza
così in fretta che riesco solo a mettere le braccia attorno alla testa

16_0675b

La nave precipita verso il fianco della montagna ed io con lei.
Urtiamo la roccia..rotolando verso il basso..
..ancora e ancora..
..perdo conoscenza..

..mi risveglio.. devono essere passati pochi secondi da quando ci siamo fermati.. ma forse sarebbe stato meglio se fossi rimasto addormentato.
La nave giace su un fianco, lo scafo è ridotto al 13%.

17_0678

L’abitacolo è distrutto, ho solo 5 minuti e 7 secondi di ossigeno rimasti nella tuta di emergenza.
Verifico se l’unita di riparazione è in grado di sigillare nuovamente il cristallo.. ma anche essa è andata distrutta.
Dalla nave fuoriescono gas refrigeranti e ci deve essere un incendio elettrico la dietro, alimentato da quel po’ di ossigeno che è rimasto.
Il Frameshift Drive è ancora operativo.. ma un unico balzo non mi porterebbe da alcuna parte.
Sono troppo lontano dalla civilizzazione per poter chiedere aiuto.. e comunque anche i sistemi radio sono diventati un ammasso di rottami.

Sono finito.

18_0679b

Dopo i primi istanti di panico, sapere che non c’è nulla che io possa fare per salvarmi, mi ha in qualche modo tranquillizzato.
Ho solo 4 minuti e 42 secondi di vita rimasti prima di asfissiare.. ma prima di esaurire definitivamente l’ossigeno aumenterò il tasso di CO2 per addormentarmi dolcemente, come ci hanno insegnato al corso di sopravvivenza, come ultima misura.
Mi avevano detto che il pensiero è quanto di più veloce ci sia.. più della luce. Ripenso in un solo istante alla mia vita, a tutti i passi che mi hanno portato quì, a morire su un pianeta desolato. Almeno potessi dare un senso a questa mia fine. Non ho nessuno quì per cui sacrificarmi, a cui donare la mia vita. Non sarebbe un suicidio.. no.. ma almeno darei un senso a questa mia morte, per un valore superiore alla vita stessa, consapevole di compiere qualcosa che può essere compreso, condiviso, apprezzato.
Ma quì, su PHIPOEA DD-F C26-1311 3 E, non c’è nessuno da salvare.. ed io sono già condannato.
Avevo letto che noi umani abbiamo il tempo contato.. e niente è più vero che vederlo scorrere lentamente nel display della tuta.

4 minuti e 19 secondi.

Per quanti sforzi facciamo di durare il più a lungo possibile – penso, chiudendo gli occhi – per quanto ci illudiamo di restare sempre “operativi” e di vivere per sempre, il destino è segnato. Nello spazio o sulla Terra, che per molti versi amiamo, non possiamo esistere in eterno. Questa vita, se la odiassimo a morte, non c’importerebbe nulla di perderla; anzi, forse non vedremmo l’ora di andarcene. Il fatto è che, accanto a motivi di rabbia e di sofferenza, ce ne sono molti di soddisfazione, e questi, alla fine, sembrano prevalere. Ci dispiace andarcene. Anche se ci dicessero che passeremo a miglior vita, non sarebbe per noi una grande consolazione.

Respiro lentamente.

3 minuti e 54 secondi.

Guardo per un istante al di fuori dell’abitacolo. La desolazione mi circonda. Non una pianta, un albero. Avrei sperato di terminare la mia esistenza circondato dal verde. La vita e la morte sono aspetti naturali che andrebbero vissuti in maniera naturale. Nella natura la morte, in realtà, non esiste se non come forma di passaggio. La morte è l’anticamera di una nuova vita. Tutto è trasformazione. Vita e morte fanno parte di un immane processo di trasformazione, di cui noi non vediamo né l’inizio né la fine. Ma nello spazio, nel vuoto, in quasi assenza di gravità, non ci saranno trasformazioni. Non diverrò concime o nutrimento per i batteri.. resterò così, un mausoleo al mio stesso fallimento.

Respiro ancora più lentamente.

3 minuti e 33 secondi.

Penso che ciò che conta in realtà non è né la vita né la morte, ma la dignità dell’essere umano, l’essenza della sua umanità. Vita e morte coincidono quando è in gioco la difesa del valore del senso di umanità. Aver paura della morte, quando è in gioco questo valore, significa non saperlo vivere con coerenza, sino in fondo. L’unica cosa di cui bisogna aver paura è proprio questa incapacità a essere naturali, a vivere con naturalezza la propria umanità. E la nostra natura di esseri umani ci porta, ancora di più in punto di morte, a desiderare di trasmettere ciò che abbiamo imparato, la nostra coscienza e la nostra conoscenza.

Mi resta una manciata di secondi e me ne sto quì a filosofeggiare sulla vita..

Trasmettere quello che si è imparato, diffondere la conoscenza.. già..
Se avessi almeno una radio funzionante, potrei inviare i dati delle mie esplorazioni.
Non ho altri mezzi di trasporto.
Non posso tornare a casa.
Mai più.

Spalanco gli occhi.
Un mezzo di trasporto ce l’ho. Non per me, ma per le mie conoscenze.
Il Frameshift Drive è ancora funzionante, ho poco più di 3 minuti di ossigeno per impostare manualmente la rotta per un ultimo salto verso SAG A e posso gestire la mancanza di refrigerante con gli Heat Sink.
Farò il salto direttamente dalla superficie, ormai l’indicatore del Mass Lock è distrutto e non più vincolante.. e anche se dovessi portarmi dietro qualche tonnellata di roccia aliena, beh, chi se ne frega.
Verrò attratto dal buco nero e forse i dati di esplorazioni che ho raccolto passeranno indenni dall’altra parte, forse serviranno a qualcuno.. non saranno persi..

E’ il momento dell’ultimo salto per la mia Eclipse.
“Frameshift drive charging.. 4.. 3.. 2.. 1.. 0..”

lastflight

 

CMDR Nijal: purtroppo è successo veramente, la mia nave si è schiantata mentre stavo facendo una manovra un po’azzardata.
4 mesi di esplorazione buttati al vento..
Ne ho approfittato per modificare leggermente la configurazione della Asp da esplorazione e per ripartire a caccia di stelle a neutroni.
Nel frattempo potete seguire le peripezie di CMDR Wolf974, in avvicinamento a Beagle Point.
A presto!

ED: Distant Worlds waypoint 11

Eccoci arrivati ad una tappa fondamentale del viaggio verso l’estremità opposta della galassia, ovvero raggiungerò il suo centro, SAGITTARIUS A*.
Il grosso della flotta di Distant Worlds ha già raggiunto Sag A alcuni giorni fa, ma io sono in ritardo, come sempre… ecco comunque il reportage del loro arrivo.

Partiamo dal waypoint precedente e decolliamo!

Screenshot_0634

La nostra destinazione sulla mappa, un waypoint vicinissimo al centro della galassia.

Screenshot_0635

Non nascondo che sono emozionato.. si tratta di un traguardo importante.

Screenshot_0636

Screenshot_0637

Ecco il mio waypoint!

Screenshot_0638

Screenshot_0639

Se ripenso a tutta la strada fatta fino ad oggi.. i sistemi scansionati.. quante stelle ho visto, a volte troppo velocemente..

Screenshot_0640

Screenshot_0641

..ed ora sono quì, a metà del mio viaggio.

Screenshot_0642

Metto giù il carrello.. ma avverto un tremore nella cloche.. dura solo un istante.. Sono solo a pochi metri dal suolo, spegno i motori ed è touchdown!

Screenshot_0643

Il tempo di consumare uno spuntino (il replicatore di cibo sembra essere tornato a funzionare), calibrare i sensori e fare una diagnostica dei sistemi della nave.. sembra che sia tutto in ordine. Un controllo dettagliato dei moduli rivela invece che è proprio la diagnostica a non funzionare correttamente. Riparo il più possibile i sistemi di bordo, confidando che questo servirà ad evitare ulteriori problemi.

Decollo e traccio la rotta verso il centro della galassia. Sagittarius A, il mega buco nero, mi sta aspettando.

Screenshot_0644

Imposto gli ultimi comandi.. e parto.

Screenshot_0645

Screenshot_0647

Screenshot_0648

Screenshot_0649

Screenshot_0650

Come posso descrivere una visione così potente? Sono al cospetto dell’origine della nostra galassia. Come trovarsi di fronte a Dio in persona.

Screenshot_0651

Screenshot_0652

Screenshot_0653

Speravo di incontrare qualcuno con cui condividere questo spazio, questo tempo..  ogni luogo della galassia sembra essere equidistante. Controllo la mia posizione sulla mappa per essere certo di aver veramente fatto tutta questa strada.

Screenshot_0658

Ecco. Sono a 25.900 anni luce da casa. Se fosse possibile vedere la luce del sole, essa sarebbe partita quando sulla Terra era ancora il paleolitico. Noi esseri umani (non nella forma in cui siamo ora) c’eravamo già, nel Tardo Pleistocene, a combattere contro le tigri con i denti a sciabola, contro le glaciazioni, contro la fame. Penso al me stesso di 25.000 anni fa, alla mia linea genetica, con un sorriso affettuoso.
Grazie di avermi fatto arrivare fin quì.

Screenshot_0657

Secondo il piano della missione Distant Worlds, posso saltare il waypoint successivo, il dodicesimo.
E’ ora il momento di continuare, verso il tredicesimo waypoint: PHIPOEA DD-F C26-1311 3 E

Distant Worlds: Waypoint 11

Nella giornata di ieri la flotta dedita all’esplorazione dello spazio profondo è arrivata a una tappa davvero importante. Ovvero il centro della nostra galassia: Sagittarius A. Potendo così osservare il più grande buco nero della nostra galassia fino ad ora scoperto…

Purtroppo noi siamo indietro a causa delle varie vicissitudine capitate a me (come potete leggere qui) e dalla pigrizia cronica del CMDR Nijal (in realtà è la vita reale privata che ci attanaglia! 🙂 )

Nonostante tutto siamo qui a riportarvi le fantastiche immagini che ci giungono dai partecipanti (fonte sito Kotaku) e, per l’occasione è stato creato un video, che inseriamo qui sotto, assieme alle parole di uno dei 52 Commander che si sono uniti alla “festa”. Nel video osservate in particolare la formazione che è stata creata al minuto 0,28.

d67a040a-cae8-4601-a55f-87a5d8aff906

Ecco il commento del CMDR Dr. Kaii come riportato anche dal sito.

Last night six of us gathered at Sag A* for a screenie. Then I decided to ask some people to come join. Then I posted in all our comms channels for people to come and more and more came. I asked everyone to form a line. Then I thought, why not ask them to form a Star, an ode to Sagittarius A*, didn’t think it would happen. Then the 52 men and women who turned up shocked me with their cooperation, organisation, ideas and patience and slowly formed up into a star.

After an hour of madness, I asked all 52 to lock on to the same star, charge their hyperdrives with zero throttle and counted down. At zero, 49 CMDRs high-waked (and 1 low waked) out of the system in perfect synchronisation and I laughed so goofily and so hard.

Thanks guys, you made my life! That was the most incredible thing I ever saw in any game ever and it’s up there with my wedding as best moments in my life. I salute you all!

 

 

ED: Distant Worlds waypoint 10

Continua la nostra odissea attraverso la galassia. La mia destinazione, al waypoint 10 è Amethyst cloud.

In questa tratta mi sono spesso imbattuto in sistemi binari, con stelle così vicine fra di loro che potrebbero quasi essere considerate come un tutt’uno.

2_0618

4_0620

Chissà quali forze entrano in gioco, nel mondo reale, fra due stelle così vicine ? Come sarebbe la loro forma ?

Sono quasi al centro della galassia. Le stelle non sono più come mi apparivano dalla terra, dei piccoli puntini di luce sparsi nel buio della volta celeste.. ormai le stelle sono un tappeto luminoso così fitto che quasi si fatica a trovare il nero del vuoto fra di esse.

5_0621

Si comincia ad intravedere la mia destinazione, la nube ametista.

7_0623

Il replicatore di cibo si comporta in modo sempre più bizzarro: terminata la fase francese e quella tedesca, ora mi propina solo cibi che iniziano con una determinata lettera dell’alfabeto.. prima asparagi, ananas ed anacardi.. poi banane, budini e baccalà.. oggi carote, ceci e carciofi.. temo che quando arriveremo alla Y o alla K, dovrò ricorrere alle razioni di emergenza.
Un’altro timore è quello che possa accadere un incidente.. una piccola disattenzione e mi troverei ad essere un mucchietto di atomi sulla superficie di una nana bianca.

8_0624

Ecco la nube ametista in tutto il suo splendore..

9_0625

..ed ecco il pianeta dove troverò il waypoint. Visto il colore malsano, l’ho ribattezzato “muffolo”.

10_0626

Alla ricerca delle coordinate perl’atterraggio.

12_0628

Eccoci quasi a destinazione…

16_0632

E finalmente touchdown. Prossima fermata : Sag A, il buco nero al centro della nostra galassia!!

17_0633

ED: Distant Worlds waypoint 9

Continuiamo il nostro viaggio verso il limite estremo della galassia.
Destinazione la nebulosa Athaip Wisteria!

Si è trattato in realtà di un trasferimento di molti anni luce (3400) ma privi di sorprese.

1_0612

Il mio cruccio più grande al momento è il replicatore di cibo, il quale ha deciso di farmi fare il “tour gastronomico europeo”. Dopo il cibo francese, si è ora fissato sulla gastronomia teutonica: Schupfnudel, Pfälzer Saumagen e Wurstel.. e burp!

2_0611

In ogni caso la galassia continua ad essere un posto meraviglioso, soprattutto dopo la terza pinta di birra.

3_0613

La mia destinazione è ovviamente quella sgargiante nebulosa blu.

4_0614

Ecco il pianetino dove dovrò fermarmi per la notte. Curioso come ormai, vista la grande quantità di stelle in prossimità del centro della galassia, non esistano quasi più le ombre.

5_0615

..ed è touchdown! Vado a finire la mia porzione di Apfelstrudel, calibro gli strumenti e poi in branda.

6_0616

Il viaggio è ancora lungo.

ED: Distant Worlds waypoint 8

Riprendiamo il viaggio (ormai parlo al plurale, visto che io e la mia Asp siamo diventati una cosa sola..) verso il bordo estremo della galassia.
Destinazione: il sistema SPEAMOEA WU-E D12-543.
Mi è oramai chiaro che questo viaggio durerà molto più a lungo di quanto potessi prevedere, ogni salto richiede del tempo per ricaricare il Frameshit-Drive, scansionare i sistemi di arrivo, schivare buchi neri, stelle a neutroni e nane bianche. Tutto questo richiede ormai la massima concentrazione ed accolgo con gioia crescente i periodi di riposo, pur nello spartano modulo abitativo della Asp. Peccato che, chiudendo gli occhi, continuino ad apparirmi le stelle.. nei miei incubi, ormai frequenti, le stelle mi guardano con aria interrogativa, chiedendomi chi io sia e perchè venga a perturbare il loro equilibrio..

1_0592

Oltre a questo, il replicatore di cibo sta dando i numeri. Le uniche ricette che produce sono della cucina francese: bouillabaisse, coq au vin, quiche lorraine, etc.. Ho cercato di metterci mano ma appena ho rimosso la copertura di duroplast, ha iniziato ad urlare, attraverso gli altroparlanti di bordo:

Allons enfants de la Patrie
Le jour de gloire est arrivé!
Contre nous de la tyrannie,
L’étendard sanglant est levé..!!

Non mi resta che adattarmi, con buona pace del fegato.

Parliamo un attimo delle nane bianche, visto che sono diventate frequentissime.

2_0595

Una nana bianca (o nana degenere) è una stella di piccole dimensioni, con una bassissima luminosità e un colore tendente al bianco. Nonostante le ridotte dimensioni, paragonabili a quelle della Terra, la massa dell’astro è simile o lievemente superiore a quella del Sole; è quindi un oggetto molto compatto, dotato di un’elevatissima densità e gravità superficiale. Le nane bianche possiedono, al momento della loro formazione, un’alta temperatura di colore ed un altrettanto elevata temperatura effettiva, la quale diminuisce gradualmente in funzione degli scambi termici con lo spazio circostante. Il graduale raffreddamento della stella la porta ad assumere un colore via via sempre più tendente al rosso, sino allo stadio terminale di nana nera; si tratta però di un modello teorico, poiché sino ad ora non è ancora stata scoperta alcuna nana nera. Gli astronomi ritengono che il tempo previsto perché una nana bianca si raffreddi del tutto sia di gran lunga superiore all’attuale età dell’universo.

Questo è quello che riporta il Navicomputer.. ma se continuo a metterci così tanto in questo viaggio, di nane nere ne vedrò a centinaia..

Parlavamo di buchi neri ? Ed eccone uno che spunta proprio nel momento giusto!

3_0596

 

Il sistema di destinazione ha come stella principale (di navigazione) proprio una nana bianca. Meglio stare attenti e prepararsi ad un allontanamento immediato.

4_0597

 

Almeno posso rifarmi gli occhi (e sognare la Terra) guardando i quattro pianeti “earth-like” vicino al waypoint di destinazione.

5_0599    6_0600    7_0601    8_0602

 

Il pianetino di destinazione del WP8 l’ho ribattezzato “sughero”.

9_0603

10_0605

11_0606

 

Localizzato il waypoint..

12_0607

 

..al centro di un fantastico canyon..

13_0608

 

..ed è Touchdown!

14_0609

 

Ed ora è tempo di ricalibrare i sensori, verificare la mia posizione sulla mappa, fare un buon pasto (francese) ed andare a riposare.

15_0610

La missione continua e la strada è ancora molta..

la ripartenza per Distant Worlds…

Tempo fa vi avevo lasciato con il racconto sulle mie peripezie con Elite Dangerous e il rientro precario a migliaia di anni luce dall’universo conosciuto… Oggi ci tenevo a scrivere traccia dei progressi svolti: per fortuna, nonostante i vari problemi, ora mi sto rimettendo in carreggiata… anche se il resto del gruppo “Distant Worlds” è ormai prossimo a Sagitter A (ovvero il centro della nostra galassia)… io, dopo i vari problemi (qui descritti), sono a metà strada… e il viaggio successivamente si prospetta ancora molto lungo così come previsto da quando schedulato sul Forum Frontier: https://forums.frontier.co.uk/showthread.php?t=219666

Spero tuttavia di riunirmi al gruppo prima o poi… almeno per l’arrivo a Beagle Point. A causa di questi ritardi purtroppo abbiamo anche perso traccia dei Waypoint successivi al 5°. Speriamo di riuscire presto a darvi degli aggiornamenti e delle immagini dei ritrovi. Ma veniamo a “noi”…

Diario del Capitano, data stellare 20150204,

Finalmente a casa! ..o per lo meno in una zona abitata e civilizzata.. Non è stato facile tornare e, soprattutto, gli ultimi istanti prima di arrivare a una stazione spaziale, sono stati quelli più drammatici: avevo un carico decente di dati relativi al viaggio nel computer di bordo e sprecare tutto in un attimo solo sarebbe stato devastante… Per fortuna sono riuscito facilmente a svicolare alcuni pirati e ho attraccato alla base Federale più vicina. Speravo di dover aspettare poco tempo per fare rifornimento e attuare le riparazioni, ma i danni erano così ingenti che la base spaziale era priva dei componenti necessari e sono dovuto stare fermo alcuni giorni… A questo punto per ingannare il tempo d’attesa e lo stress accumulato mi sono soffermato in uno dei peggiori bar della base spaziale: una scazzottata e qualche donna lussuriosa era giusto quello che ci voleva dopo così tanto tempo lontano in un viaggio solitario… Peccato non mi resi più conto del tempo trascorso e venni svegliato qualche giorno dopo dai meccanici della nave (finalmente pronta) con tre Orioniane nel letto e senza i soldi accumulati per la vendita dei dati di viaggio… Era rimasta solo qualche cartolina sviluppata quà e là (sotto le immagini) e un gran mal di testa… Che “brutta” vita che facciamo noi SpaceJokers!

Screenshot_0080

in avvicinamento alla Cat’s Paw Nebula

Screenshot_0078 Screenshot_0081 Screenshot_0082 Screenshot_0085

in avvicinamento alla nebulosa NGC 6357

in avvicinamento alla nebulosa NGC 6357

la Gigante CL Pisimis 2 nella nebulosa 6357

la Gigante CL Pismis 2 nella nebulosa NGC 6357

Era tempo di ripartire! un lungo viaggio mi attende… Purtroppo mi resi conto subito conto che ero seguito: 3 navi pirata mi hanno circondato: forse erano i protettori della Orioniane della scorsa notte o forse qualche debito non saldato… chissà! non avevo scelta: la mia nave, la gloriosa I.K.S Vorn rubata ai Klingon, mesi fa, era fittata per l’esplorazione e non per un combattimento quindi decisi di usare l’ultima tecnica segreta degli SpaceJokers….ovvero: la Fuga! a presto, si riparte per i confini estremi della galassia…3..2..1.. Engage!

Screenshot_0087

ED: Distant Worlds waypoint 7

Continua la grande avventura di Distant Worlds, una traversata della galassia fino al punto più lontano raggiungibile.

1_0543

La mia nave, la Asp “Eclipse” è ancora in buone condizioni, lo scafo è al 90% (a causa di qualche incontro troppo ravvicinato con i corpi celesti), le scorte di cibo sono abbondanti grazie al replicatore (sperando continui a funzionare correttamente) ma cerco di non esagerare.. qualche volta ho anche il tempo di prepararmi un Gotto Esplosivo Pangalattico, ma le conseguenze sono poi disastrose… mi viene un cerchio alla testa.. che a volte appare anche nella mappa galattica..

2_0544

 

Andiamo avanti.. degna di nota questa gigante gassosa di classe III, dalla colorazione azzurrina e bianca.

3_0546
4_0545

 

Resto sempre stupito dalla velocita di rotazione di certe stelle..

5_0547

 

Si comincia ad intravedere la mia destinazione, in prossimità della nebulosa in basso a sinistra.

6_0567

 

La zona è ricca di buchi neri e di stelle a neutroni.. ed andando avanti sarà ancora peggio. Mi soffermo ad esplorare questo black hole e la sua lente gravitazionale.

7_0574

 

Sempre più vicino..

8_0576

 

Ecco il sistema che stavo cercando.. ora si tratta solo di collimare le coordinate del waypoint ed atterrare.

9_0578

 

Ecco qua… ed incredibilmente incontro un’altro commander, anche lui in ritardo sulla tabella di marcia. Ne approfitto per fare 2 chiacchere.

10_0579

 

Mentre sfrecciamo entrambi alla ricerca del waypoint..

11_0580

13_0585

 

Quasi pronto per l’atterraggio..

15_0587

 

..touchdown !

16_0588

 

Un rapido controllo sulla mappa galattica per verificare di essere sulla buona strada..

17_0589

 

..ed un veloce commiato dal commander incontrato per strada, augurando di volare serenamente e senza intoppi. Si riparte, c’è ancora tanta strada da fare !

18_0590

ED: Distant Worlds waypoint 6

Dopo la tappa fatta a NGC6357 (ovvero il pianeta “cimice putrefatta”) il viaggio continua, destinazione il sistema Dagobah, dove sarò addestrato da Yoda, un grande guerriero Jedi che… ummmm… no, mi sto confondendo.
Destinazione la nebulosa “il velo sacro” The hollow veil, sistema BLAA HYPAI.

1_0504

 

Una delle prime cose in cui mi sono imbattuto durante questa tappa, è una stella tipo T, con anelli, probabilmente fra qualche milione di anni, gli anelli saranno diventati dei pianeti.. oppure cadranno nella stella per la forza di gravità. Dovrò passare a controllare..

2_0508

3_0509

 

Il sistema in questione ospita altre stelle di questo tipo.

4_0507

 

Decido di fermarmi qualche minuto per fare delle foto, per ricalibrare i sensori e per cenare. Il replicatore di cibo si è comportato in maniera anomala, producendo 4 porzioni di penne alla carbonara invece di una.. mah.. speriamo bene.

5_0511

 

Ognitanto è il caso di controllare la mappa galattica per vedere dove sono arrivato.. così distante da casa..

7_0520

 

La nebulosa è sempre più vicina, oramai è questione di pochi salti..

8_0523

 

Il pianeta, attorno al quale orbita il waypoint, ha degli anelli, i più rarefatti e distanti dal pianeta che io abbia mai visto !

9_0524

10_0525

 

Ed ecco, sulla sinistra, la mia destinazione, il pianeta “pancetta affumicata”.

11_0526

 

..qualche minuto per trovare le coordinate esatte del waypoint..

12_0527

 

..ed è Touchdown! Non ho molto tempo per fermarmi, la strada da fare è moltissima.

13_0529

14_0536

15_0542

Addio pianeta “pancetta affumicata”, questa sera a cena, mangiando le penne alla carbonara, sintetizzate dal replicatore di bordo, farò un brindisi alla tua salute. Il viaggio continua.

Il ritorno inaspettato (ovvero il viaggio della speranza)…

In questi giorni ho potuto comprendere finalmente fino in fondo perché il nostro gioco preferito si chiami non solo Elite… ma anche Dangerous… beh, quando si tratta di dover fare migliaia di anni luce (più di 6000), in condizioni pessime, per tornare nella zona di galassia abitata con qualche avamposto dove effettuare le riparazioni… ti rendi conto quanto, là fuori nello spazio sconfinato, la vita sia appesa sul filo di un rasoio… (CMDR Nijal: prossimamente uscirà anche Elite: Hello Kitty) Ciò mi ricorda il recente film “The Martian” dove Matt Damon era costantemente in sfida aperta con le avversità di un ambiente inospitale… Qui non ci troviamo sulla superficie del pianeta rosso ma nella nostra navicella con poche risorse e uno scafo che al minimo danno potrebbe implodere…
Ma andiamo con ordine: inanzitutto vorrei narrarvi dell’accaduto come se si trattasse di una piccola novella drammatica…

Diario del Capitano, data stellare 20160125,

Mi trovavo ormai nei pressi del Waypoint 4 a seguito della spedizione Distant Worlds… e in ritardo sulla tabella di marcia, decisi quindi di fare una manovra azzardata per velocizzare i tempi di atterraggio: “glide” lineare e fin qui tutto perfetto nell’ avvicinamento alle coordinate previste… poi il dramma: non diedi retta a qualche spia di malfunzionamento dei reattori di manovra (n.d.r. ovvero ho fatto la caxxata!) e decisi di far fuoriuscire il carrello all’ultimo istante per mantenere più velocità possibile. Ma ciò che mi tradì fu infine la gravità: mi aspettavo un comportamento diverso dei reattori di discesa verticale e purtroppo il carrello andò a sbattere sul suolo roccioso del pianeta inospitale e disabitato… Gli scudi fecero il possibile ma caddero subito e così parte del danno si è distribuito sullo scafo…. Strani rumori arrivarono dalla stiva di carico sottostante ma la mia IKS Vorn (Asp Explorer) resse il colpo… Di primo acchito sottovalutai la situazione pensando che per fortuna non avevo nulla in stiva (a ripensarci ora avrei dovuto portare almeno 1 Tonnellata di birra romulana e 1 Tonnellata di schiave orioniane…) ma subito dopo mi cadde l’occhio sull plancia della mia nave…: Scafo al 50%… faccio un veloce diagnostico ai danni e per fortuna nulla di grave ai sistemi interni… tuttavia la missione è, almeno per il momento, compromessa! Dannazione… e successive altre 1000 imprecazioni…
Siamo a “soli” 7000 Ly dal sistema solare… e ne mancano poco meno di 60000 per arrivare all’estremo opposto della nostra Galassia… in questo stato è troppo rischioso proseguire… Scendo con l’SRV a terra per vedere il danno e accertarmi se ci sia qualche modo per riparare lo scafo ma nemmeno l’aiuto degli altri esploratori in zona mi permette di effetuare le riparazioni necessarie… Serve una stazione di riparazione con materiali e attrezzature adeguate. Quindi armato di Scotch da pacco e taglierino di Mac Gyver decido di rattoppare i danni e fare rientro verso la parte della galassia civilizzata.. Il viaggio sarà lungo e freddo e non ci sarà mai modo di rilassarsi: guai a farlo anzi! Un minimo intoppo e rischierei la mia vita di mercenario/esploratore/schiavista…

[avevo accennato all’incidente in calce all’articolo relativo a Distant Worlds, waypoint 4: http://www.spacejokers.it/2016/01/ed-distant-worlds-waypoint-4/]

Quindi da qui era partito il mio viaggio della speranza… ormai sono quasi rientrato nella zona di Galassia conosciuta e abitata che circonda il nostro sole… ma la paura che tutto possa essere mandato in rovina è sempre dietro l’angolo… soprattutto quando trovi dei segnali sconosciuti e esplorandoli ti trovi davanti a rottami di altre navi…

Screenshot_0071

Neanche l’incontro con pianeti di classe “M” (n.d. Star Trek) mi poteva consolare nel vuoto cosmico: magari ci potrebbero essere altre forme di vita inteligenti in grado di aiutarmi con le riparazioni… ma temo che se anche ci fossero sarebbero ostili… Quindi mi limito a osservare seguendo la “prima direttiva” della “non intereferenza” e viaggio oltre… Sperando che le riserve di cibo e ossigeno opportunamente centellinate mi permettano di sopravvivere.. Ma la fortuna in questo caso è dalla mia…: nella stessa orbita del pianeta simile alla nostra terra ho trovato anche un pianeta di sola acqua, passerò di lì in orbita alta per fare “rifornimento”…

Screenshot_0065

Ed eccomi ormai a un migliaio di anni luce che mi separano dal nostro sistema solare… Inizio a respirare aria di casa e a vedere un minimo di speranza nell’orizzonte della via lattea… 3…2…1… Engage!

Stay tuned Spacejokers…

ED: Distant Worlds waypoint 5

E mentre CMDR Wolf974 torna lentamente verso casa per effettuare delle riparazioni urgenti, io continuo l’attraversamento della galassia insieme ad un migliaio di altri pazzi…

Ho lasciato la Eagle nebula alle spalle, di fronte a me, per almeno 12 parsec.. lo spazio. Destinazione NGC 6357!

1_477

 

Proseguendo nel mio viaggio, mi imbatto in uno strano pianeta, dai colori simili ad una antica mappa geografica..

2_478

 

Caldo. Caldo caldo.

3_480

 

On the road again. La musica dei Rockets mi ha tenuto compagnia..

4_481

 

Stelle.. come polvere..

5_485

 

Due water world che orbitano fra loro

6_487

 

Rifornimento di idrogeno.. è strano come ci si possa appisolare davanti ad una fornace immensa come una stella.. ma è così ipnotica..

7_488

 

Qualche minuto di sosta su un brullo pianetino.. controlliamo anche i sensori.

8_490

 

Ormai la solitudine di questo viaggio inizia a farsi sentire.. mi tengo compagnia recitando poesie. :”Do not go gentle into that good night..”

9_492

 

“..Old age should burn and rave at close of day..”

10_493

 

“..Rage, rage against the dying of the light..”

11_494

 

“..Though wise men at their end know dark is right..”

12_496

 

“..Because their words had forked no lightning they..”

13_497

 

“Do not go gentle into that good night.” (Dylan Thomas)

14_498

 

In avvicinamento al campo base.. il pianeta è di uno strano colore, da me battezzato “cimice putrefatta”..

15_499

 

..si rivela infatti essere un posto schifoso.

16_500

 

..meglio tenere i motori accesi, questo posto mi dà i nervi..

17_501

 

Via, andiamocene da questa fogna..

18_502

 

..alla prossima puntata!

19_503

ED: Distant Worlds waypoint 4

Eccoci di nuovo in viaggio. Dopo la sosta all’autogrill galattico (caffè corretto sambuca e panino imbottito al salame di wampa) nei pressi della Omega Nebula, ripartiamo verso la Eagle Nebula!

 

01

Ecco la nostra destinazione dopo qualche decina di salti nell’iperspazio.

Eagle nebula

Eagle nebula

04

Da notare il cluster di stelle nelle vicinanze della Eagle nebula.

in avvicinamento alla Eagle nebula

in avvicinamento alla Eagle nebula

Il punto di ritrovo

Il punto di ritrovo

Alla ricerca del campo base "Mt. Magellan"

Alla ricerca del campo base “Mt. Magellan”

07

Touchdown

Touchdown

E se qualcuno si stesse chiedendo dove siamo arrivati.. beh ecco.. ma il viaggio continua.

La distanda da SOL

La distanza da Witchhaul, nella sfera colonizzata, è di circa 6500 ly

Dal diario di bordo del CMDR Wolf974: purtroppo all’atterraggio al Waypoint 4 ho sfiorato la tragedia… mentre stavo scendendo per il touchdown, il pannello delle spie si è acceso di rosso e di luci lampeggianti. Un “malfunzionamento” ai propulsori di manovra, causato da una infiltrazione di polvere nelle griglie di filtraggio, mi ha fatto urtare in malomodo il suolo roccioso, gli scudi d’emergenza utilizzati per la spedizione (per essere più leggeri) non hanno sostenuto il danno e lo scafo si è danneggiato facendolo scendere al 50% (seguiva una serie interminabili di imprecazioni e censure)… Sembra che i moduli interni non abbiano riportato danni seri ma il sistema automatico di riparazione non è in grado di riparare lo scafo.. ciò mi costringe a rivedere i miei piani di viaggio e dover fare ritorno prima del tempo nello spazio conosciuto per le riparazioni in una base stellare… ciò implicherà notevoli ritardi (presumo un mese) sulla mia spedizione… Spero che il CMDR Nijal possa fare le mie veci nella spedizione mentre io mi assento… Vi terrò costantemente informato sul mio viaggio di ritorno che si preannuncia denso di pericoli con una nave fatta quasi di cristallo e trucioli e rattoppata con lo scotch da pacco…. stay tuned! qui la descrizione dettagliata sulla continuazione del viaggio “della speranza”…

ED: Distant Worlds waypoint 3

Eccoci alla terza tappa del nostro viaggio. Lasciamo alle spalle la Lagoon Nebula: la nostra destinazione è il sistema Omega Sector EL-Y D60, dove è stato fissato il punto di incontro.

Viaggio tranquillo, circa 1300 ly.. ecco alcune immagini:

Lagoon nebula

Lagoon nebula

02

03

04

tryfid nebula

tryfid nebula

Il primo earth like di questo viaggio.

Il primo earth like di questo viaggio.

Tryfid Nebula

Tryfid Nebula

Omega Sector EL-Y D60 - (Camp Baatuta)

Omega Sector EL-Y D60 – (Camp Baatuta)

Omega Sector EL-Y D60 - (Camp Baatuta)

Omega Sector EL-Y D60 – (Camp Baatuta)

Ed ora si riparte. Destinazione Eagle Nebula

Omega Sector EL-Y D60

Omega Sector EL-Y D60

ED: Distant Worlds waypoint 2

data stellare 20160122,

La spedizione Distant Worlds arriva oggi, dopo la partenza da Laika’s Rest, al suo secondo punto di ritrovo… siamo ormai nella Lagoon Nebula a circa 4000 Ly dal nostro bel Sole…

Per oggi il ritrovo è stato fissato alle ore 19:00 del nostro fuso orario presso il sistema NGC 6530 WFI 16706, pianeta A 1 A, coordinate -12 / 70. Potrete incontrare la flotta sia in open game che presso alcuni gruppi privati (noi siamo quasi sempre presenti nel gruppo “Patrecleus”).

Ma a parte questo vorrei raccontarvi e mostrarvi il viaggio svolto per arrivare fino a qui…: ci sono molti sistemi interessanti e anche zone piuttosto pericolose come ad esempio le BadLands, ovvero aree dove le stelle dove rifornirsi sono veramente rare e si rischia di rimanese senza benza! Quindi abbiamo deciso di non fare una rotta diretta tra il precedente Waypoint e il ritrovo odierno… bensi la nostra rotta a zigzagato un po alla ricerca di nuove forme di vita e civiltà… Vi riporto alcuni punti di interesse presenti sulla rotta e alcune immagini di quanto siamo riusciti a vedere…

Laika’s Rest – FINE RING SECTOR JH-V C2-4
è stato il nostro punto di partenza collettivo dal punto di incontro precedente… per poi arrivare a:

Leda – PRAEA EUQ KS-J D9-14
Un bel sistema con pianeti di tipo simile alla terra …
 
Pandemonium – Praea Euq XK-O b48-0
3 stelle binarie, e 2 di loro molto vicine e appena arriverete sarete circondati da stelle e giganti gassose… le prime due stelle sono così vicine che vi sembrerà di entrarci dentro appena uscite dal salto iperspaziale…

46 Upsilon Sagittarii 
Una stella blue supergigante…

Cycladia – BLU THUA GI-B B55-2
Il primo pianeta nel sistema è un bellissimo mondo simile alla terrà ma con doppio anello in orbita…

Bug Nebula – CD-36 11341
Una piccola nebulosa blu, molto affascinante…

Screenshot_0011

Thor’s Eye – THOR’S EYE
Infine a pochi anni luce dalla Lagoon Nebula vale la pena visitare questa superstella e il buco nero adiacente…

Infine appena davanti alla nebulosa date uno sguardo a questo sistema CD-24 13837: sono presenti ben 3 stelle a Neutroni ma come per i buchi neri fate ben attenzione a non avvicinarvi troppo: il loro campo gravitazionale non è visibile e restano sempre infinitamente piccole… ovvero non fate il mio errore di avvicinarvi per vederle meglio… è inutile e vi schianterete prima dal calore che salirà improvvisamente… Per fortuna sono riuscito a allontanarmi in tempo… (ma con danni collaterali…). Il mio consiglio è di avvicinarsi a tra i 4 e i 5 Ls e fermarsi mentre la nave scansione… dopo di chè fate dietro front!

Ed eccoci infine arrivati e parcheggiati al punto di incontro… stasera si riparte… intanto prendiamo il sole a spasso con il nostro SRV…

waypoint 2: NGC 6530 WFI 16706, pianeta A 1 A

 

ED: ecco i prima segni di vita aliena…

Mentre noi Spacejokers in questi giorni eravamo occupati a festeggiare il nostro primo anniversario.. ecco che nell’universo di Elite Dangerous scoprono i primi segnali di vita aliena (forse intelligente)… ma andiamo con calma e analizziamo l’accaduto…

Nel mondo dei videogame e dei film, cosa può accadere quando l’umanità incontra per la prima volta una forma di vita aliena nelle profondità dello spazio? Normalmente si tende all’assassinio brutale e poi si vede se qualcosa di prezioso fuoriesce dal cadavere… Ed ecco infatti cosa è accaduto in Elite Dangerous: seguendo una scia di indizi criptici, alcuni giocatori hanno incontrato vita aliena per la prima volta su alcuni pianeti.. e alla fine gli hanno sparato addosso!

Per fortuna, la struttura aliena non ha risposto con piogge di plasma e minacce di distruggere la galassia. Non ancora, almeno. Tuttavia, le guglie che lo circondano (e che possono essere parte degli alieni stessi) sono l’unica fonte conosciuta di meta-leghe così … ecco che l’occasione fa l’umanità ladra come di consueto!

Queste prime strutture chiamate “barnacles” sono state trovate recentemente nella zona delle Pleiadi su Merope 5 C alle coordinate -026.3496°, -156.4044° (vedere qui l’articolo originale su Reddit), e se avete voglia di dare uno sguardo voi stessi ecco cosa vi ritroverete davanti… (Molto bello il bagliore intrinseco al buio…)

barnacle in the dark

La scoperta è avvenuta grazie a misteriosi artefatti sconosciuti (unknown artifacts), che da mesi appaiono nello spazio facendo rumori strani. Sembra che eseguondo delle scansioni, trasmettano un codice Morse distorto, e che inviino gli schemi codificati di navi che le scansionano. E alla fine puntavano verso Merope. Così da un po’, più persone se ne sono messi alla ricerca anche su altri pianeti nello stesso sistema solare…

Molti sospetti riguardo agli artefatti Sconosciuti (UA) porterebbe verso i Thargoids, razza insettoide ostile presente anche nei precedenti Elite, e forse sarà così anche in futuro quando si presenteranno… Infatti, i Thargoids non sono ancora stati scoperti in Elite Dangerous, ma nei giochi precedenti avevano armi ultra-potenti e la capacità di far uscire anticipatamente le navi dal salto iperspaziale.. Incontrarli di solito significava morte certa e rapida (ma non indolore…)

1452786496-screenshot-0736

Nel frattempo ecco gli aggiornamenti continui da parte da chi sta testando il loro “funzionamento”(traduco sempre dalla pagina di Reddit):

E’ chiaro che le “strutture organiche” ricrescono, ma possono essere estratte. Finora, alcuni commanders hanno raccolto ferro, zolfo, arsenico, Germanio, manganese, tungsteno, e arsenico. Se le strutture ricrescono allora queste sono in realtà miniere di materiali.
La struttura centrale sembra essere insensibile ai danni. Hanno provato a scalfirla con ogni tipo di arma…
Le guglie periferiche crescono periodicamente. Questi siti sono una miniera d’oro nei materiali poichè sembrano essere una fonte pressoché infinita di materiali come il germanio e arsenico.

Di tanto in tanto queste guglie contengono “Mining fragments”, e quando le si raccoglie con un SRV diventano “Meta-Leghe” che sembrerebbero essere molto preziose.

Qualcuno ha provato a lasciare nel terreno adiacente un artefatto sconosciuto ma non vi è stato alcun effetto.

Mentre un CMDR ha messo un Artefatto sconosciuto direttamente sulla costruzione aliena. Anche qui nessun effetto. L’ artefatto sconosciuto è decaduto normalmente. Ora hanno cessato il fuoco e molti si sono ritirati per vedere se la struttura è in grado di generare lo sviluppo e la ricrescita di nuove guglie.

Inoltre è stato confermato che le barnacle esistono sia in modalità Open Play che Solo.

N.d. CMDR Wolf974.: purtroppo il sottoscritto è in viaggio di esplorazione per le Distant Worlds e non riesce al momento a visionare personalmente l’area incriminata ma ci terremo informati sugli eventi.. Se avete maggiori informazioni non esitate a scriverci..

 

ED: Distant Worlds waypoint 0 to 1 (lancio)

data stellare 20160114,

ieri il viaggio di esplorazione ai confini della galassia è finalmente partito: come vi avevamo parlato in un articolo precedente:(http://www.spacejokers.it/2016/01/distant-worlds-un-viaggio-oltre-labisso/) un gruppo di esploratori di Elite Dangerous si è dato appuntamento per una missione di gruppo che durerà mesi…  e noi non potevamo mancare al lancio!

Al punto di ritrovo presso Pallaeni, pianeta A1, un gruppetto di persone si è riunito sulla superficie per il lancio ufficiale.. e così siamo poi partiti (con alcuni in wing) impostando la rotta per Shapley 1 e infine per il sistema Fine Ring Sector JH-V C2-4 e il suo pianeta A1 per il rendez-vous… Un viaggietto di circa 900 Ly… in circa 17 salti iperspaziali siamo poi arrivati a destinazione.

al momento la flottiglia è in zona per eplorare l’area limitrofa… ma la prossima tappa è vicina… già stasera (19.00 circa) si parte per Waypoint 1.

Vi lascio qualche screenshot della serata in compagnia…

Ci si avvicina al luogo stabiolito per il lancio ufficiale...

Ci si avvicina al luogo stabiolito per il lancio ufficiale…

già alcuni esploratori sono pronti alla partenza... i motori caldi e le gomme...ah no... quelle sono preistoria!

già alcuni esploratori sono pronti alla partenza… i motori caldi e le gomme…ah no… quelle sono preistoria!

partenza in Supercruise.. tutti in coda, sembra di essere a "Incontri ravvicinati del Terzo tipo"...

partenza in Supercruise.. tutti in coda, sembra di essere a “Incontri ravvicinati del Terzo tipo”…

la mia Asp nera in viaggio...

la mia Asp nera in viaggio…

eccoci infine arrivati al pianeta stabilito, nel cratere formato in uno dei suoi poli...

eccoci infine arrivati al pianeta stabilito, nel cratere formato in uno dei suoi poli…

eccoci tutti parcheggiati in attesa dei ritardatari...

eccoci tutti parcheggiati in attesa dei ritardatari…

e intanto che aspettiamo ci facciamo un giro di esplorazione con l'SRV in dotazione...

e intanto che aspettiamo ci facciamo un giro di esplorazione con l’SRV in dotazione…

ed eccoci di rientro alla nave... è ora di chiudere... e fare un pisolino... anche gli astronauti dormono!

ed eccoci di rientro alla nave… è ora di chiudere… e fare un pisolino… anche gli astronauti dormono!

stay tuned Spacejokers! 😉 see you at Waypoint 2!

 

ED… e la Congiura delle Polveri!

data stellare 20151105,

Ieri per chi non lo sapesse, si celebrava il ricordo alla Congiura delle Polveri, (o anche chiamata Guy Fawkes night) ovvero il ricordo a un complotto terroristico tentato nei confronti della politica inglese a inizio 1600. All’epoca l’ideatore del “gomblotto”, Robert Catesby, sosteneva che tutte le strade pacifiche per ottenere una politica di tolleranza per i cattolici erano già state tentate e quindi, di fronte a una persecuzione che non diminuiva, restava solo il ricorso alla violenza… per la serie il fine giustifica i mezzi! Ovviamente, anche se la ragione fondamentale possa essere compresa, i mezzi per ottenerla non sono per nulla da condividere… Per fortuna l’atto terroristico non ebbe neanche inizio poichè venne sventato in tempo…

Vi starete chiedendo: “ma questo che c’entra con Spacejokers”? Sappiate che il solo intento ebbe la capacità di “svegliare” l’opinione pubblica e l’evento ebbe una notevole risonanza nella cultura di massa. Ed ecco perchè ve ne stiamo parlando nel nostro blog… Questa influenza nella cultura di massa, ad esempio, ha ispirato il fumetto (e poi film visionario) di “V for Vendetta” e, ieri lo stesso evento, è stato celebrato nel nostro gioco preferito Elite Dangerous tramite l’apertura di un Community Goal.

Guy Fawkes mask: diventata simbolo della protesta in senso generale

Guy Fawkes mask: diventata simbolo della protesta in senso generale

Il community goal, per chi non lo sapesse, è un evento di breve durata che permette ai giocatori di partecipare a missioni collettive che portino allo svolgimento di determinati compiti che a loro volta possono influenzare le dinamiche politiche/economiche dei sistemi solari in cui l’evento avviene. Questo nuovo CG quindi richiede che vengano venduti al mercato nero di “Epsilon Indi” (stazione “London Relay”, guarda caso una stazione con nome inglese…) tonnellate di Esplosivi. Direi proprio a tema… Considerando che nel sistema gli esplosivi sono considerati merce illecita fate bene attenzione! Dopo poche ore di gioco ho notato che il CG ha preso una buona piega e tanti stanno aderendo… (Quanti gomblottisti!)

Screenshot_0243

Per fortuna con il mio nuovo fiammante Python riesco a portare un ottima capacità di carico e in poco tempo ero già tra i Top 15% del CG. Inoltre ringrazio il nostro amico CMDR Embryo74 per il supporto in Wing: la sua Asp armata con cannoni e adattata al carico è stata un valido alleato e lui un buon compagno di viaggio 🙂 Vi lascio con un bel screenshot del mio Python mentre si abbronza al sole!

Screenshot_0242

see you Spacejokers!