Il Future Film Festival a Bologna festeggia i 50 anni di Star Trek

Mentre tutti i fan si preparano ad accogliere (in modo un po’ critico a dire il vero, ne abbiamo parlato qui) il nuovo capitolo cinematografico (Star Trek: Beyond, 11 agosto in Italia), il Future Film Festival, a Bologna dal 3 all’8 maggio, festeggia il 50° anniversario del primo episodio di Star Trek (in onda per la prima volta negli Stati Uniti nel 1966) con un omaggio, in collaborazione con Universal Pictures Home Entertainment Italia, alla più longeva saga cine-televisiva della storia: in programma proiezioni (con alcuni episodi della serie classica) e, sabato 7 maggio, un autentico Star Trek Day, con tanto di evento cosplay allargato a tutto l’immaginario fantascientifico e una tavola rotonda, “Star Trek vs Star Wars (e altre storie)”, cercando di rispondere all’annosa questione, ovvero uno dei grandi interrogativi dell’umanità: “Perché dopo mezzo secolo ci troviamo ancora a parlare di Star Trek?”. Ovviamente per chi è fan come me la risposta è alquanta banale… ma razionalizzarne il motivo per chi non lo è in effetti una domanda complessa.

kirksurroundedbytribbles

Ma per un momento dimentichiamoci di essere SpaceJokers e torniamo sulla terra: le risposte sono in effetti molteplici: i numeri (700 episodi, ormai quasi 13 lungometraggi); la capacità dei suoi protagonisti – da Spock al Capitano Kirk – di entrare nell’immaginario collettivo (anche Obama si è prodotto in un saluto vulcaniano, posando con Nichelle Nichols, mitica interprete del tenente Uhura)..

obama-uhura

..dicevamo.. l’impatto sulla cultura non solo popolare (il primo Space Shuttle fu battezzato “Enterprise” in onore dell’astronave della serie). Senza contare che, nel corso dei decenni, le nuove serie e i nuovi film non sono stati soltanto operazioni commerciali creati allo scopo di tenere in piedi un mito del passato. Al contrario, il fandom di Star Trek è stato il primo a organizzarsi collettivamente, a costruire un mondo di conoscenza e passione, a divulgare un sapere enciclopedico e stimolare così una nuova costellazione di prodotti cinematografici, televisivi, mediali. Senza contare che uno degli argomenti più trattati di sempre sin dai principi della comunità di Internet fù proprio Star Trek! Oltre alla serie TV e ai film ricordiamo anche che fecero seguito fumetti, romanzi e saggistica addirittura sull’etica e la fisica in Star Trek. (senza dimenticare l’impatto che ebbe sulla concezione di molte successive creazioni tecnologiche)

Tutti questi aspetti saranno indagati, nel corso della tavola rotonda, dagli interventi di studiosi di cinema, scienziati aerospaziali, programmatori televisivi, protagonisti del design e della moda, curatori di eventi e altre figure eterogenee tutte unite da una sola passione, Star Trek, e da una visione ampia sugli orizzonti culturali del fenomeno e su come confrontarlo con il resto dell’immaginario fantastico. Un viaggio dun­que molto attuale nell’universo di Star Trek e non solo.

Star_Trek_4418

Purtroppo non saremo presenti ma cercheremo di carpire più informazioni possibili…

Aggiungi ai preferiti : Permalink.

4 commenti

  1. Non ci sono parole per descrivere Star Trek…. Bisogna solo viverlo!
    E chiaro che è molto più di un film/serie…

    • CMDR Wolf974

      sono d’accordo con te ed è proprio per questo motivo che eventi come questo sono molto importanti per far conoscere questa realtà così complessa a un pubblico (passatemi il termine) ignorante: ovvero che ignora la complessità delle tematiche sociali, etiche e tecnologiche contenuto in esso… ed è questo che ha fatto si che sia così pieno di fan in tutto il mondo, non certo per la serie di azione e sparatutto che ci voglio propinare ultimamente al cinema…

      • Purtroppo ad una grande fetta del pubblico, se non dai il “BUM BANG CRASH” (chi si ricorda la sigla di “fumetti in TV”?), non è contenta. Ci si perde dietro ad un effetto speciale, invece che per una sceneggiatura. D’altra parte, per chi fa film o serie TV, è più semplice (e più costoso) mettere delle scene d’azione in CGA che studiare una trama o un bel dialogo..

      • Vero, i film di oggi hanno preso una piega molto discutibile! In questa settimana ho rivisto star wars IV-V-VI… anni luce da quel filmetto di Abrams! Solo effetti speciali e trama riciclata, se quel film ha avuto successo deve ringraziare solo il cast originale! E l’effetto nostalgia.
        I nuovi star Trek peggio che peggio , non ce nulla da salvare.
        Prima c’erano le idee,e pochi mezzi tecnologici..
        Oggi il contrario.
        Non basta una buona grafica per fare un film!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.