La NASA propone una missione su Europa alla ricerca di vita aliena.

PIA19048_realistic_color_Europa_mosaic

Ecco un altro buon motivo per finanziare l’esplorazione dello spazio.

Lo scorso luglio, i funzionari della NASA, hanno chiesto agli scienziati di tutto il mondo di proporre strumenti che potrebbero essere trasportati a bordo di un veicolo spaziale destinato a studiare Europa ed in particolare a ricercare prove di vita extraterrestre analizzando i pennacchi di vapore acqueo che si innalzano nella regione polare meridionale di Europa. La ricerca per esplorare la luna, che ha un diametro di 3.100 chilometri, ha ottenuto basi più solide all’inizio di questo mese, quando la Casa Bianca ha stanziato 30 milioni di dollari nella sua richiesta di bilancio dell’anno fiscale 2016 per formulare una missione Europa. (alla NASA è stato assegnato un totale di 18,5 miliardi dollari nella richiesta, che deve ancora essere approvato dal Congresso.) La NASA sta convergendo su una missione flyby, qualcosa sulla falsariga di un concetto a lungo studiato chiamato Europa Clipper. Così come è attualmente previsto, Clipper si porterà nell’orbita di Giove, per poi fare 45 passaggi ravvicinati di Europa, durante un arco di 3 anni e mezzo, ad altitudini che vanno da 25 km a 2.700 km.
“Questa è la nostra occasione”, ha detto l’ex astronauta e attuale Chief Science NASA John Grunsfeld. “Spero solo di non perdere questa opportunità per mancanza di idee.”

La missione, dal costo stimato di 2,1 miliardi dollari, si propone di studiare l’oceano sotto la superficie di Europa, dando ai ricercatori una migliore comprensione della profondità dell’acqua, salinità e altre caratteristiche. La sonda dovrebbe inoltre misurare e mappare il guscio di ghiaccio della luna.
I dati ottenuti potrebbero essere utili per una futura missione sulla superficie di Europa.
Ora, a quanto pare, la NASA vorrebbe aggiungere l’analisi dei pennacchi alla lista dei compiti della missione Europa. Grunsfeld ha esortato i partecipanti al workshop a “pensare fuori dagli schemi” e trovare dei modi possibili per studiare i getti di vapore.

Se una tale idea potesse essere incorporata nella prossima missione, tanto meglio. Dopo tutto, la prima data utile per il lancio del Clipper (o qualunque altra variante dovesse essere utilizzata) è il 2022 e, utilizzando i propulsori attualmente operativi, la sonda non arriverebbe nel sistema di Giove fino al 2030, ha sottolineato Grunsfeld. Non si può dire poi quando la NASA sarà in grado di tornare su Europa.
Nel frattempo l’Europa (il nostro continente, sta sviluppando la propria missione chiamata Jupiter Icy luna Explorer, che è prevista per il lancio nel 2022 per studiare Europa e altri due satelliti di Giove, Ganimede e Callisto.)

NASA’s Proposed Europa Mission May Search for Signs of Alien Life

Here’s another great reason to fund space exploration.

NASA officials are pushing for the final go-ahead on a potential unmanned mission to Jupiter’s moon, Europa. And they’ve just sweetened the deal by asking scientists to consider how such a mission might search for signs of alien life there, according to Space.

Officials have challenged researchers to determine ways that a probe could detect evidence of extraterrestrial life in plumes of water vapor that the Hubble Space Telescope has observed erupting off the moon’s surface. NASA posits could be evidence of an ocean hidden under Europa’s icy surface.

Link all’articolo originale

Aggiungi ai preferiti : Permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.