eppur si muove … il Gagh!

Gagh

Il piatto più famoso dell’universo Trekkiano è forse questa “prelibatezza” delal razza Klingon: il Gagh!

Consiste in una portata di sottili vermi-serpente (simili a lombrichi), da servire preferibilmente vivi (sono più gustosi). La preparazione, davvero sconcertante, prevede che i poveri vermicelli vengano nutriti esclusivamente con sangue animale diluito (‘Iw puj), che trovano assai poco appetibile e che assimilano soltanto quando sono prossimi alla morte per fame. Il tipo di animale che fornisce il sangue per la preparazione della ricetta è fondamentale per l’aroma del gagh e ogni cuoco klingon ha il suo segreto personale, così come ogni buon palato ha le sue preferenze. Poco prima di essere serviti, i vermi vengono immersi in una densa salsa (chiamata ghevI’) che contiene un’erba tossica per il loro organismo; affamati, divorano ugualmente la salsa e muoiono in pochi minuti, proprio mentre il fortunato avventore se li fa scivolare in gola, interi, a manciate. (ovviamente si usano solo le mani..)
Proprio perché il piatto è assai più apprezzabile se i vermi sono gustati vivi, è molto importante che gli animaletti siano tenuti lontano dalla salsa fatale fino all’ultimo istante. E sempre per il medesimo motivo, è cosigliabile consumare la pietanza il più velocemente possibile, in modo da ingurgitarli tutti prima che muoiano. È comune usanza, comunque, conservare i gagh eventualmente morti prima di essere mangiati e la salsa per cucinarli in umido in un secondo momento; il tlhIq (“gagh in umido”, appunto) non è però altrettanto prelibato.

ma torniamo un attimo sulla terra: l’apparato digerente non è in grado di digerire simile leccornie… e non oso immaginare come verrebbe percepito il gusto da un debole umano o da un cordardo Ferenghi… ecco a voi quindi qualcosa di più adatto ai vostri corpi così poco evoluti… (!)

RICETTA DEL GAGH (per 4 presunti klingon)

Ingredienti:

– 500 gr. di gagh ancora vivo (spaghetti, meglio ancora se Udon giapponesi considerando la loro consistenza e dimensione li trovo più adatti ed esotici..)

– 400 gr Bacche di Sangue Klingon pelate (pomodori pelati)

– 250 gr. di Bestie Molli dell’Acqua Klingon (seppie)

– 3 spicchi di Bacca per Rinfrescare l’Alito Klingon (aglio)

– 1/2 bicch. di Vino di Sangue Anemico Klingon (vino bianco)

– 1/2 bicch. di Spremuta di Ghiandole di Targh Klingon (olio)

– Pianta Senza Onore Klingon (prezzemolo)

– Pianta dell’Onore Klingon (peperoncino senza pietà!)

– Cristalli Tagh’Cha Klingon (sale)

Pulire con onore le Bestie Molli d’Acqua Klingon (seppie) e tagliarle a fettine con una Bat’Leth, conservando i sacchetti neri; soffriggere in padella in un po’ di spremuta di Ghiandole di Targh (olio) gli spicchi di Bacca per Rinfrescare l’Alito (aglio) tritati, mettere le Bestie Molli dell’Acqua (seppie) e rosolarle intonando un canto di guerra; coprire con Vino di Sangue Anemico Klingon (vino bianco) e far evaporare insultando il nemico; aggiungere le Bacche di Sangue Klingon pelate e tritate, salare e cuocere per 20 minuti (il tempo di intonare il primo atto di un’opera klingon); aggiungere la Piante Senza Onore (prezzemolo) tritata, la Pianta dell’Onore ed i sacchetti di nero di Bestia Molle dell’Acqua; lessare al dente il gagh (spaghetti) in abbondante acqua salata; scolarlo e versarlo nella padella con la salsa al nero di Bestia Molle d’Acqua ed aggiungere altra Pianta senza Onore tritata. Servire che si muove ancora.

e invece di un buon appetito… auguratevi un “Qaplà!” (successo!)

grazie al sito: Vulcans & Co. per l’ispirazione ottenuta… (http://vulcans.altervista.org/index.html)

Aggiungi ai preferiti : Permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.