Odyssey: La nuova espansione per Elite Dangerous

Limitarsi a definire Elite Dangerous un videogioco “vasto”, è sinceramente ridicolo. Lo sappiamo bene noi giocatori, con più di 400 miliardi sistemi stellari da esplorare… e secondo l’ultimo aggiornamento finora abbiamo visitato solo lo  0.042% della galassia.

Con Elite Dangerous: Odyssey, in arrivo a inizio 2021, gli sviluppatori stanno aggiungendo ancora altro da scoprire. L’aggiornamento permetterà ai giocatori di attraversare miliardi di mondi a piedi per la prima volta, lasciandosi dietro il comfort dei veicoli tradizionali del gioco. Ma non è tutto.

Il team di Frontier Developments aggiungerà anche interi nuovi sistemi di gioco. Si concentreranno sul combattimento in prima persona, l’esplorazione solitaria e persino la “furtività” nelle aree edificate. A completare questa esperienza ci saranno nuovi spazi sociali, decine di migliaia, oltre a insediamenti completamente nuovi da scoprire.

Polygon, la rivista online da cui questo articolo è tratto, ha parlato con il lead designer Gareth Hughes per saperne di più su Elite Dangerous: Odyssey.

Ecco quindi tutto quello che sappiamo su Odyssey, e come cambierà il gioco spaziale quando verrà rilasciato all’inizio del 2021. Qui di seguito il video ufficiale.

https://www.youtube.com/embed/Q3tV-pHMaRo?rel=0

Nuovi spazi per socializzare

Quando Elite venne lanciato nel 2014, i giocatori potevano sperimentare il gioco solo dall’interno di un veicolo. L’espansione Horizons, rilasciata nel 2015, (e che a breve diventerà gratuita per tutti) ha aggiunto il Surface Recon Vehicle (SRV), un rover, che i giocatori possono utilizzare per sfrecciare sulla superficie dei pianeti. Con Odyssey, i giocatori avranno il proprio momento alla “Neil Armstrong”, potendo mettere un piede virtuale sulla superficie di pianeti inesplorati “dove nessuno è mai giunto prima”.

Per la maggior parte dei giocatori, quel “piccolo passo” arriverà un po’ più tardi nel loro viaggio di gioco. Per molti, il viaggio a piedi inizierà all’interno di uno dei nuovi spazi sociali del gioco. È qui che possono riunirsi con altri giocatori e ottenere di persona missioni da personaggi non giocanti (NPC) .

A white and red starship coming in for a landing inside a lush, green space station.

Hughes dice a Polygon che ci saranno tre tipi di spazi sociali: Planetport, Spaceport e Outpost. Questi saranno aggiunti al gioco in luoghi preesistenti in tutta la Via Lattea, a seconda dei tipi di strutture già in atto.

Le piccole stazioni orbitali – piccoli avamposti minerari, forse, o depositi commerciali con poche piattaforme di atterraggio – avranno hub sociali da avamposto (Outpost). Nel frattempo, le basi stellari più grandi – gli iconici porti stellari Coriolis e le massicce stazioni Orbis sferiche, ognuna con una dozzina o più di landing pads – avranno dei veri e propri hub Spaceport. Infine, le grandi installazioni di superficie avranno degli hub Planetports.

Sulla base delle informazioni fornite a Polygon dalla Elite Dangerous Star Map (EDSM) gestita dai giocatori, queste aggiunte da sole aggiungeranno più di 40.000 nuovi spazi interni in cui i giocatori potranno interagire. Certo, non aspettatevi che, allo sguardo, siano sempre così diversi l’uno dall’altro. Hughes infatti ha detto che il suo team sta lavorando per aggiungere delle varianti attraverso oggetti come bandiere e striscioni… e al momento del lancio ci saranno solo tre layout unici.

“Saranno certamente diversi tra Planetport, Spaceport e Outpost”, ha detto Hughes a Polygon. “È difficile per noi generare […] la grande quantità di contenuti che questo richiederebbe per renderli unici.”

Gli hub sociali saranno basati principalmente sull’efficienza, ha detto Hughes, con fornitori di quest e rivenditori posizionati all’incirca nella stessa posizione da un sito all’altro. I giocatori dovrebbero aspettarsi interazioni più intime, comprese delle missioni con un sacco di dialogo. Ma l’architettura sarà molto simile da un luogo all’altro.

“Il tempo è denaro in Elite”, ha detto Hughes, “quindi non volevamo davvero che le persone dovessero trovare laborioso impegnarsi con questi [hub sociali] quando hanno molte cose da fare. Quindi stiamo cercando di trovare quel giusto equilibrio tra loro, rendendoli unici all’interno dei tre tipi di categorie che ho delineato: nell’essere efficienti per navigare e avere un buon impatto visivo.

L’impatto visivo verrà da enormi finestre. Ad esempio, negli hub sociali degli Spaceport, i giocatori avranno una visuale completa a 360 gradi dell’interno di una stazione spaziale trafficata. Quando i PNG e gli altri giocatori entrano in banchina, coloro che siedono all’interno del hub sociale saranno in grado di vederli volare in giro in tempo reale. Per un gioco in cui alcuni giocatori trascorrono anni in lunghe spedizioni, gli esploratori possono ora aspettarsi un caloroso benvenuto al loro ritorno. Tutto quello che devono fare è far sapere ai loro amici che stanno tornando, e la “taverna locale può essere facilmente riempita di conoscenti ed amici”.

Inoltre, i PNG all’interno di questi nuovi hub sociali in Elite differiranno in base a quali fazioni ne hanno il controllo. Questo porterà in primo piano una parte spesso trascurata del gioco che è stata presente dal lancio – il complesso sistema di conflitti politici ed economici che rendono l’area popolata del gioco (noto come “la bolla”), un luogo così interessante in cui viaggiare.

I fan e gli sviluppatori lo chiamano la Background Simulation, o BGS in breve, e giocherà un nuovo e importante ruolo in Odyssey.

Il BGS

Two characters stand with drinks at a high top table. Outside is an industrial scene rising up in the shape of a barrel around them.
Un hub sociale Spaceport, situato all’interno dell’area rotante di una stazione spaziale di Coriolis esistente nel mondo di Elite Dangerous.

Molto è stato scritto sulla Stellar Forge, ovvero il motore di simulazione che crea la galassia di Elite. In passato è stato chiamato un “mescolatore di roccia galattica”, che utilizza tutte le informazioni scientifiche del mondo reale per trovare dove posizionare le stelle e i loro pianeti di accompagnamento nel mondo di gioco. Ma, parallelamente alla Stellar Forge esiste un altro sistema che proceduralmente ha generato i gruppi in-fiction, alleanze, e piccole guerre che punteggiano la bolla.

Prendiamo, per esempio, un sistema stellare della bolla molto frequentato, Ross 263. Ci sono sette diverse fazioni NPC presenti nel sistema in questo momento, tra cui gruppi come Ross 263 Independents, Ross 263 Transport Company e Silver Galactic Incorporated. Ad oggi, queste fazioni sono state rappresentate solo da una voce in una lista e da un fermo immagine di un personaggio casuale. In Odyssey, quei personaggi finalmente prenderanno vita.

Visitando l’enorme base stellare di Doi City oggi, posso prendere missioni da tutte queste fazioni minori. E, proprio come altri complessi giochi multiplayer, guadagnerò denaro e credito di fazione a seconda di chi offre il lavoro. Il credito di fazione è già una componente di gioco importante in Elite, che i giocatori utilizzano per sbloccare i permessi che consentono loro di visitare sistemi stellari di alta sicurezza e astronavi di alto livello. Ma, ciò che molti giocatori in Elite non si rendono conto è che l’assunzione di missioni in realtà cambia il destino di queste fazioni minori all’interno della simulazione di sfondo.

Quando i giocatori prendono una missione per una fazione, possono effettivamente aumentare il controllo di quella fazione su un dato sistema stellare. Questo a sua volta permette a quelle fazioni di prendere il controllo delle aree edili, al suo interno. Le fazioni possono andare in guerra l’una contro l’altra, allontanando i concorrenti dai sistemi stellari vicini o indulgendo in battaglie interne contro i loro vicini. I sistemi possono crescere, aumentando le ricompense per qualsiasi giocatore che prende missioni in quella zona. Possono anche fallire, con conseguente missioni incentrate sul traghetto di cibo e riparo ai residenti e ai rifugiati poveri del sistema.

“Non è solo che il Sim background cambia il gioco per tutti”, ha detto Hughes. “È che tutti possono cambiare il Sim Background.”

Hughes ha detto a Polygon che il BGS e le fazioni che manovrano al suo interno giocheranno un ruolo enorme nel tono e nel timbro delle opzioni di gioco disponibili in un dato sistema stellare. Infatti, gruppi di giocatori possono spingere attivamente il BGS in un modo o nell’altro attraverso uno sforzo concentrato, creando i tipi di missioni in prima persona che preferiscono sperimentare.

Quell’influenza diretta dal giocatore si giocherà più chiaramente nelle postazioni planetarie più nuove, più grandi e dinamiche di Odyssey. Si chiamano Settlements, e Hughes dice che forniranno modi completamente nuovi per vivere il gioco.

Nuovi rivenditori

Elite Dangerous: Odyssey includerà più nuovi fornitori all’interno di ogni hub sociale. Hughes ha detto a Polygon che le missioni che i giocatori ottengono mentre sono a piedi saranno molto più dettagliate di quelle attualmente disponibili.
“Quando si sta effettivamente incontrando uno di questi personaggi nello hub sociale che può offrire una missione,” Hughes ha detto, “la loro missione avrà più dialogo associato ad esso, e gli obiettivi che ti chiederanno di fare saranno più personalizzati. Così, a volte si può creare una sorta di tensione morale molto interessante.
Forniture Pioneer – Equipaggiatori generali di armi, tute spaziali e relativi consumabili.
Inter Astra – Un cantiere navale, dove i giocatori possono visualizzare in anteprima e acquistare astronavi.
Frontline Solutions – Un mercenario, che permetterà ai giocatori di esplorare scenari di combattimento senza necessariamente allinearsi con una determinata fazione nel mondo di gioco.
Apex Interstellar Transport – Un servizio di taxi, in grado di trasportare giocatori in tutta la Via Lattea.
Vista Genomics – Un esobiologo, a cui i giocatori saranno in grado di vendere informazioni genetiche da forme di vita appena scoperte incontrate mentre erano a piedi.
Il mercato nero – Mentre i contatti del mercato nero esistono già nel gioco, questo luogo permetterà ai giocatori di smerciare nuovi tipi di beni rubati e illeciti disponibili in Odyssey.

Insediamenti

Two players walk amongst crates and boxes on a dusty planet. The sky is a pale blue, and they are wearing spacesuits.
Due giocatori viaggiano attraverso un insediamento. Il portale rosso è il portello su un abitazione. In lontananza un edificio di produzione e di sfondo uno spazio industriale con ciminiere.

Quando Odyssey verrà lanciato all’inizio del 2021, “migliaia” di nuovi insediamenti saranno aggiunti al gioco. Si mostreranno sulla superficie dei pianeti esistenti, ma anche su pianeti appena accessibili con atmosfere sottili. E ognuno di loro avrà una o più fazioni in lizza per il controllo.

Gli insediamenti saranno più grandi degli hub sociali, ha detto Hughes. Ciascuno comprenderà più edifici, ciascuno a tema per abbinare la natura dell’insediamento stesso.

“Abbiamo edifici di produzione”, ha detto Hughes, “che è dove averranno la lavorazione del minerale in un insediamento di estrazione, o la produzione agricola di un insediamento agricolo, o la produzione industriale di un processo industriale. Quindi sono quasi come delle fabbriche a tema per quel tipo di insediamento.

“Abbiamo impianti per la produzione di elettricità, che sembrano dei reattori e che fanno da fonte di energia per l’intero insediamento”, ha continuato. “Abbiamo altri edifici, che sono dedicati all’habitat, cioè dove i ragazzi dell’insediamento in realtà rimangono e vivono – anche se non sempre avremo gli habitat, perché a volte ci piace dedurre che i lavoratori sono pendolari e si muoveranno in volo”

Una volta che i giocatori arrivano a un insediamento, saranno in grado di passare senza problemi tra gli spazi esterni – le superfici polverose di pianeti lontani – e questi spazi interni a tema attraverso degli Airlocks (portelli). Una volta dentro, saranno in grado di respirare senza l’aiuto delle loro tute spaziali. Le missioni potrebbero richiedere loro di visitare un determinato luogo, di recuperare un oggetto specifico o di uccidere un determinato PNG.

In alternativa, i giocatori possono semplicemente intrufolarsi in un insediamento privato e fare quello che vogliono. Le opzioni includono saccheggiare il posto furtivamente, o uccidere ogni PNG che possono trovare e distruggere tutto ciò che si può… Se c’è il combattimento, Hughes ha anche detto, c’è anche una buona varietà combinata di armi. Ciò significa che i giocatori a piedi possono essere supportati da altri giocatori all’interno di SRV a ruote e persino da astronavi, tutti che lavorano verso lo stesso obiettivo.

Qualunque cosa i giocatori fanno all’interno di questi Insediamenti, naturalmente, avrà un risultato diretto sulle fazioni che lo controllano, e il BGS che impone chi ha il controllo delle parti di un sistema stellare.

“Il BGS può anche iniziare a impostare la difficoltà di insediamento, attraverso la fazione che lo controlla,” Hughes ha detto, “una volta compreso la qualità di combattimento di chi lo supporta. Quindi, ancora una volta, è un modo indiretto di permettere ai giocatori di aumentare il loro potere nel gioco e avere altre sfide, perché quello che non volevamo trovare è che si vada verso uno stallo e ci si senta esattamente all’interno di ogni altro insediamento – soprattutto se il combattimento prende il via.”

Le nuove tute spaziali

Elite Dangerous permetterà ai giocatori di acquistare e passare da una tuta spaziale all’altra. C’è una semplice tuta da volo, che rappresenta ciò che i giocatori indossano da quando il gioco è stato lanciato per la prima volta. Ci saranno anche abiti da esplorazione, tute da combattimento e abiti da scavenger.
Ognuna fornisce bonus statistici che si applicheranno a questi tre stili principali di gioco. I giocatori dovranno raccogliere nuovi oggetti e risorse per aggiornare le tute, che possono essere specializzate. Potresti voler possedere due tute da combattimento, una per il combattimento a lungo raggio e l’altra per il combattimento a corto raggio. Gli aggiornamenti di alto livello richiederanno Ingegneria, proprio come gli aggiornamenti delle navi di alto livello.
Spacesuits in Odyssey for male and female character models.
Le tute funzioneranno un po’ come le astronavi di Elite per quanto riguarda la gestione di potenza e sistemi.
“Andare in combattimento è rischioso”, disse Hughes, “in modo che potresti essere colpito e ucciso. Ma, è anche rischioso in termini di ‘ho intenzione di lasciare i miei scudi su’, e stanno sparando sulla mia carica della batteria, il che significa che c’è meno energia disponibile per i sistemi di supporto vitale per andare avanti. Così, nello stesso modo in cui si dispone del sistema di distribuzione dell’energia all’interno della nave – non è proprio lo stesso, ma stiamo prendendo ispirazione da questo e cercando di farlo funzionare per i nostri sistemi di [gameplay] a piedi.”

Una marea in aumento

A player stands at a ticket counter, baggage strewn about.
Concept art che mostra un nuovo fornitore in-game, chiamato Apex Interstellar Transport, che servirà come miglior servizio taxi.

Naturalmente, Elite Dangerous non è l’unico gioco spaziale esistente in questo momento. Eve Online gestisce i suoi complessi sistemi economici e politici da 15 anni. Nel frattempo, No Man’s Sky ha catturato l’attenzione dei giocatori di tutto il mondo con il proprio marchio di generazione procedurale galaxy-spanning e costruzione del mondo esoterico. Ma l’aggiornamento di Odyssey, almeno in superficie, sembra avvicinare sempre di più Elite al suo principale concorrente: i sontuosi, tentacolari giochi multi-genere nell’universo di Star Citizen ( N.d.r.: nonostante sia in perenne beta pur avendo raccolto negli anni, tramite crowdfunding, $360 MILIONI DI DOLLARI!!! doppio sticazz!).

Abbiamo chiesto a Hughes come si sia ispirato agli altri giochi molto popolari del genere spaziale.

“Sono davvero contento che ci siano altri giochi competitivi a tema spaziale”, ha detto. “Penso che, forse, possa solo aumetare l’interesse per tutti noi. Se la nostra base di giocatori sta guardando ad altri giochi e sono eccitati da questi, poi con Odyssey, anche noi iniziamo a entrare nel loro spazio a piedi e penso che sia solo un bene per tutti.”

“Penso che Elite sia sempre stato abbastanza unico nella sua esecuzione”, ha continuato. “Ha trovato il suo tipo di identità. […] Penso che se guardiamo troppo a quello che fanno gli altri, allora davvero, stiamo solo iniziando a creare un facsimile. E non mi interessa particolarmente. Mi piace essere ispirato da altre persone. Questo è quanto, credo. Mi piace il fatto che Elite abbia un’identità unica, e non sono molto interessato ad avvicinarla ad altri giochi.”

Impareremo di più nei mesi precedenti al lancio di Elite Dangerous: Odyssey all’inizio del 2021, che dovrebbe arrivare contemporaneamente per PlayStation 4, PC Windows e Xbox One. 

[Nota di CMDR Wolf974: Sulla carta tutto molto intrigante, alcuni potrebbero anche pensare che ED sta diventando Star Citizen prima che quest’ultimo si concretizzi effettivamente… In fin dei conti questi giochi si stanno copiando un pò l’un con l’altro… e queste “space legs” sembrano molto ricalcare quanto visto con No Man’s Sky… A mio parere se si concentravano sull’esplorazione spaziale, con la discesa su differenti tipologie di planetoidi sarebbe stato più spettacolare e diversificato rispetto al già visto. In fin dei conti se voglio giocare “di persona”, in un ambientazione spaziale e in stile RPG, a questo punto preferisco Outer Worlds… sarà più limitato ma è sicuramente più spassoso!

Comunque staremo a vedere… per noi Spacejokers cambia poco: siamo dispersi nelle lande desolate dello spazio profondo in direzione Tenebrae… e non c’è nulla da esplorare a piedi… il vuoto, la calma… e, come sempre, la prima stella a destra…]

[Nota di CMDR Nijal: bello bello.. ma a quando i bordelli spaziali?]

Aggiungi ai preferiti : Permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.