Il Legend Award va a… David Braben

Come media partner ufficiale del Gamelab 2016, il network europeo Gamereactor ha l’onore di annunciarvi il vincitore dell’annuale riconoscimento Legend Award che verrà consegnato alla conferenza di quest’anno. L’organizzazione dell’evento, che si terrà a Barcellona tra qualche settimana, ha deciso di conferire questo premio a David Braben, veterano del settore che ha preso non solo parte al processo di innovazione del videogioco, ma ha anche permesso ad altri di farlo.

_1554843_650x

La scalata al successo di Braben è iniziata quando aveva solo 20 anni, grazie allo sviluppo di Elite, uno Space simulator (che noi tutti conosciamo) che fu particolarmente apprezzato all’epoca per l’utilizzo di grafica a wireframe 3D, con la rimozione delle linee nascoste. Ed ora il cerchio si chiude con il grande successo di Elite: Dangerous.

Braben ha fondato la Frontier Developments, uno studio con più di 20 anni di esperienza nel settore dei giochi e che ha creato giochi come Dog’s Life, Kinectimals, RollerCoaster Tycoon e Thrillville. Gamelab vuole anche ricordare la partecipazione attiva di Braben nello sviluppo del Raspberry Pi, una scheda madre di dimensioni e costo ridotte che è stata create per portare un PC in ogni angolo del mondo.

Braben sarà a Barcellona il prossimo 29 giugno per ritirare il suo meritato premio, che prima di lui è andato a gente importante del settore come Toru Iwatani, Mark Cerny, Hironobu Skaguchi, Yu Suzuki o Peter Molyneux. Oltre a Braben, altri menti creative come John Romero e Ron Gilbert hanno già confermato la loro presenza in qualità di oratori all’evento catalano, tra cui anche Peter Moore e Phil Harrison. Per scoprire qualcosa di più su David Braben, vi consigliamo di dare un’occhiata alla recente intervista che abbiamo fatto in sua compagnia in calce alla news.

Aggiungi ai preferiti : Permalink.

Un commento

  1. Ottimo lavoro… Meritato, per l’occasione non possono regalare una booblehead?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.